Giovedì 05 Maggio 2016 - 10:15

Soru condannato a 3 anni per evasione fiscale

L'europarlamentare, accusato di evasione per 2,6 milioni, si è dimesso da segretario del Pd sardo

Renato Soru

Il patron di Tiscali Renato Soru è stato condannato a tre anni di reclusione per evasione fiscale. Lo ha stabilito il tribunale di Cagliari con una sentenza emessa dal giudice Sandra Lepore. L'europarlamentare e segretario regionale del Pd è accusato di una evasione di 2,6 milioni di euro nell'ambito di un prestito fatto dalla società Andalas Ldt a Tiscali.  Soru, dopo la condanna, lascia la carica di segretario regionale del Pd sardo. Lo ha cominicato lui stesso stamane al presidente dell'assemblea regionale Pd Gianna Rita Mele. La presidente ora convocherà l'assemblea regionale del partito per prendere atto delle dimissioni. Ora, l'assemblea eleggerà il nuovo segretario a maggioranza qualificata, che resterà in carica per il resto del mandato, vale a dire fino al 2018, al posto di Soru. Se l'assemblea non dovesse raggiungere la maggioranza riuscire a eleggere un nuovo segretario a maggioranza qualificata, nel giro di pochi mesi verrà convocato il congresso del partito locale, si faranno le primarie e decadrano tutti gli organi regionali del partito.

"Ognuno è innocente fino a sentenza definitiva. Lascio però alla sensibilità di Soru capire che cosa fare". Risponde così Antonio Satta, segretario dell'Unione Popolare Cristiana (Upc), dopo la condanna a tre anni di Soru. "Lo conosco da molti anni e so che ha fatto molto per la Sardegna - continua Satta - Soru saprà cosa fare".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Bergamo, litie in discoteca: 22enne investe due ragazzi in macchina

Femminicidio in Toscana: uccide la fidanzata e si suicida

Le ha sparato sotto casa di lei a Prato, poi è salito in macchina. I due corpi trovati a San Minato, in provincia di Pisa

Nashville sparatoria in un locale

Usa, spari in una scuola in Indiana: due feriti, fermato sospetto

Colpita la Noblesville West Middle School di Indianapolis

Roberto Izzo in aula per deporre durante il processo per la strage di Piazza Loggia

Mostro Circeo, Izzo a pm: "Nel '75 uccidemmo una 17enne veneta"

Ha raccontato ai magistrati la verità su Rossella Corazzin, sparita 43 anni fa dai boschi di Tai di Cadore mentre era in vacanza. Fu violentata da un branco di 10 uomini e poi ammazzata