Mercoledì 19 Ottobre 2016 - 23:00

Champions, Napoli fa troppi errori: Besiktas passa al S. Paolo 3-2

Serata da incubo per gli azzurri che incassano una dura sconfitta. Insigne sbaglia un calcio di rigore

Il Napoli fa troppi errori: Besiktas passa al S. Paolo 3-2

Poteva essere una serata da record, si è trasformata in un incubo. Il Napoli 'trasferisce' la crisi vissuta in campionato anche in Europa. Vittoriosa nelle prime due giornate contro Dinamo Kiev e Benfica, la squadra di Sarri poteva strappare già alla terza giornata il pass per gli ottavi. Invece cade al San Paolo contro il Besiktas al termine di una gara rocambolesca, condita dai troppi errori dei padroni di casa: gol evitabilissimi e occasioni sciupate a go go, compreso un rigore con Insigne. Finisce 3-2 per i turchi, al primo successo stagionale in Champions. Gara sempre in rincorsa per gli azzurri, che riprendono Correia e Aboubakar con la rete di Mertens e il rigore di Gabbiadini. Ma nel finale ancora Aboubakar condanna i partenopei materializzando la beffa. Dopo gli stop con Atalanta e Roma, arriva il primo ko in Europa per Sarri, chiamato a raddrizzare quello che è il momento più delicato dal suo arrivo sulla panchina dei partenopei. Cercasi vero Napoli, quello brillante della scorsa stagione, disperatamente.

Callejon e Insigne con Mertens nelle vesti di falso nueve, panchina per Gabbiadini. Questa la scelta in attacco di Sarri. A centrocampo ad affiancare Jorginho ed Hamsik c'è Zielinski e non Allan, in difesa Maggio vince il ballottaggio con Hysaj e Chiriches quello al centro con Maksimovic. Pronti, via e il Napoli sfiora subito il vantaggio con Mertens che, liberato da Ghoulam, spara alto all'altezza del dischetto del rigore. Gli azzurri hanno le redini del gioco, ma al primo affondo passa il Besiktas: da posizione defilata Quaresma direziona palla verso il secondo palo per l'accorrente Adriano, che brucia Maggio e Callejon e non sbaglia il tap-in (12'). Doccia gelata per i partenopei, che però hanno il merito di non abbattersi: Mertens, lanciato da Insigne, scarica il mancino al volo ed impegna Fabri alla deviazione in corner. Iniziativa sempre in mano dei padroni di casa: cross di Insigne per Mertens, incornata del belga da ottima posizione ma palla sul fondo.

Un minuto dopo arriva il meritato pareggio: Hamsik apre sulla destra per Callejon, servizio al centro per Mertens, Fabri esce malamente e il belga può infilare a porta vuota. 1-1 alla mezz'ora. Ancora pericoloso il Napoli, con Callejon che non coglie l'attimo dopo un'altra pessima uscita di Fabri sul lancio lungo di Insigne. Un erroraccio di Jorginho, retropassaggio da matita rossa, spalanca il contropiede di Aboubakar, che ringrazia e a tu per tu con Reina lo batte con un rasoterra (39'). Besiktas ancora in vantaggio e tutto sommato con il minimo sforzo. Reagiscono gli azzurri con un destro dalla trequarti di Zielinski, Fabri vola in angolo. Prima dell'intervallo ci prova Callejon con un insidioso tiro-cross, il portiere spagnolo alza in angolo.

In apertura di ripresa la squadra di Sarri ha l'opportunità per il pareggio: Fabri stende Mertens in area dopo essersi opposto alla conclusione di Callejon, il russo Karasev indica il dischetto. Si presenta Insigne, che però calcia debole e si fa ipnotizzare dal portiere dei turchi. La mossa di Sarri è l'ingresso di Gabbiadini: fuori Insigne, i fischi del San Paolo accolgono la staffetta. Ed è proprio il neo entrato a scacciare critiche e polemiche trasformando il secondo rigore concesso agli azzurri: punita una trattenuta di Erkin ai danni di Mertens (24'). 2-2 e sospiro di sollievo per Sarri, che getta nella mischia Diawara e richiama un confuso Jorginho.
Azzurri a caccia della vittoria: ancora Fabricio è chiamato al lavoro per sventare l'incornata di Mertens.

Ma non è il Napoli macinatore di gioco vista nella prima frazione. Alla mezz'ora brivido in area turca con Marcelo che colpisce la traversa per anticipare Gabbiadini: l'attaccante poi insacca in rovesciata, ma il gioco era già fermo per fuorigioco. Episodio da rivedere. Ancora lo scatenato Mertens in evidenza, il suo diagonale si perde sul fondo, stesso esito per il successivo tentativo di destro di Callejon. Allan porta nuove forze fresche al centrocampo dando il cambio a Zielinski. Ma è una serata maledetta per il Napoli, casomai non si fosse capito. A quattro minuti dalla fine, su un calcio di punizione di Quaresma, Aboubakar anticipa tutta la difesa azzurra e batte di testa Reina. E' un epilogo amarissimo.

Scritto da 
  • Attilio Celeghini
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Europa League, Astra-Roma senza emozioni, anche i rumeni avanzano

Europa League, Astra-Roma senza emozioni, anche i rumeni avanzano

Termina a reti inviolate l'incontro dell'ultima giornata del Gruppo E

Europa League, Sassuolo-Genk rinviata per nebbia a domani

Europa League, Sassuolo-Genk rinviata per nebbia a domani

Decisivo l'ultimo sopralluogo. La gara verrà recuperata alle 12.30

Europa League, ritardato inizio Sassuolo-Genk per forte nebbia

Europa League, ritardato inizio Sassuolo-Genk per forte nebbia

Le due squadre al momento sono rientrate negli spogliatoi