Domenica 03 Aprile 2016 - 15:00

Un Napoli nervoso crolla a Udine, la Juve ringrazia e resta a +6

Bruno Fernandes, strabordante, firma una doppietta. Espulsi Higuain e Sarri

Higuain espulso

Il Napoli crolla ad Udine e la Juventus ringrazia. Ripresa di campionato da incubo per Sarri: i partenopei escono dalla 'Dacia Arena' con un ko (1-3) che rischia di pesare in maniera definitiva sul destino scudetto. La capolista, reduce dal successo contro l'Empoli, resta a +6. Ai partenopei non basta il 30° centro in campionato di Higuain, che si vede sventolare il rosso nella ripresa. Nervi tesi anche per Sarri, espulso nel primo tempo. Altro umore in casa friulana: Bruno Fernandes, strabordante, firma una doppietta e trascina la squadra trasformata da De Canio alla conquista di punti fondamentali per allontanare la zona calda.

Nel Napoli l'acciaccato Reina dà forfait, a difendere i pali c'è Gabriel. Per il resto, confermato il 4-3-3 guidato in avanti dal trio Callejon-Insigne-Higuain. De Canio, che non ha convocato Di Natale, si affida in avanti a Thereau e all'ex Zapata. Udinese impeccabile nel primo tempo, ospiti in grande difficoltà. Al 13' i friulani sbloccano il risultato: Koulibaly interviene fallosamente su Badu, Irrati indica il dischetto. Dagli undici metri Bruno Fernandes non sbaglia, Gabriel riesce a toccare senza trattenere: 1-0. Padroni di casa vicini al raddoppio con l'incontenibile Fernandes, che si libera di Hysaj con una finta e conclude: palla alta di poco. Al 24' il pareggio del Napoli: la firma, nemmeno a dirlo, è quella di Higuain che con un gran destro realizza il 30° gol in campionato. Ma un minuto dopo la difesa azzurra si fa nuovamente sorprendere: Ghoulam è in ritardo su Widmer, nuovo rigore per l'Udinese. Stavolta però Gabriel dice 'no' a Fernandes e alla successiva respinta di Felipe. Intanto saltano i nervi a Sarri: il tecnico viene allontanato per eccessive proteste. Dopo lo scampato pericolo il Napoli cerca di aumentare la pressione ma prima dell'intervallo l'Udinese passa nuovamente in vantaggio: l'azione parte da un errore di Gabriel che serve Zapata, cross in mezzo per Fernandes che insacca con una sforbiciata da antologia.

Nella ripresa si attende la reazione dei partenopei, invece arriva il tris bianconero: Widmer scappa sulla destra e pennella il cross per Thereau che anticipa Albiol e al volo batte Gabriel (12'). Sarri cambia volto all'attacco richiamando Callejon e l'opaco Insigne, dentro Mertens e Gabbadini. Poi Jorginho lascia posto ad El Kaddouri. Alla mezz'ora, però, il Napoli viene 'tradito' dal suo trascinatore: Higuain perde la testa ed interviene con una gomitata su Felipe, rimediando il secondo sacrosanto giallo. Il 'Pipita', schiumante di rabbia, viene trascinato fuori dai compagni. Forse l'immagine simbolo della giornataccia dei partenopei.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Champions League, Manchester City vs Napoli

Champions League, non basta Diawara: City-Napoli è 2-1

Guardiola vince grazie alle reti di Sterling e Gabriel Jesus. Delusione per gli azzurri, con Mertens che sbaglia un rigore

Champions League: Napoli in coonferenza stampa

Napoli: Sarri, la Champions e l'esame dal maestro Guardiola

Il match con il Manchester City all'Ethiad Stadium è l'ennesima prova di maturità per gli azzurri

Guardiola loda il Napoli: "Mi piace vederlo in campo, imparo molto"

Guardiola loda il Napoli: "Mi piace vederlo in campo, imparo molto"

Ma De Laurentiis non si fida: "Sono dichiarazioni che mi preoccupano, non vorrei che i suoi complimenti deconcentrassero i giocatori"

(SP)ITALY-ROME-SERIE A-ROMA-NAPOLI

Napoli fa otto su otto: ora sotto con ManCity e Inter

Si prevede una settimana di fuoco per gli azzurri di Maurizio Sarri, primi in solitaria con 24 punti