Domenica 31 Gennaio 2016 - 23:15

Il Milan cala il tris e conquista il derby: notte fonda Inter

Stracittadina milanese senza storia: Mancini espulso al 50'

Milan - Inter

Tris Milan, notte fonda Inter. Il 164esimo derby di Milano in Serie A finisce 3-0 per i rossoneri, ora a 36 punti, a -5 dai cugini. Alex apre le danze al 35' di testa, Bacca raddoppia al 73' dopo il rigore sbagliato da Icardi (70') e Niang firma il tris al 77'. Serata storta per Roberto Mancini: ko contro l'amico Sinisa Mihajlovic ed espulso per proteste al 50'.

Il Milan si affida a Bacca e Niang in attacco. Honda trova spazio a destra a centrocampo e Kucka fa coppia con Montolivo in mediana. Al centro della difesa c'è Alex con Romagnoli. Primo derby per Donnarumma tra i pali. L'Inter, senza Icardi dall'inizio, è spregiudicata almeno nel modulo e parte con Perisic e Ljajic larghi a destra, in appoggio a Jovetic ed Eder in avanti. Quando i nerazzurri attaccano, è un 4-2-4 che si trasforma in 4-4-2 in fase difensiva. Santon e Juan Jesus sono gli esterni là dietro. Pronti, via Kucka salta di testa e Handanovic non si fa sorprendere. Al 6' Eder scaccia l'emozione dell'esordio, ma in volo d'angelo non riesce ad indirizzare verso la porta da due passi di testa. È il momento dell'Inter: ci prova anche Brozovic da fuori e Donnarumma dice di no in due tempi. Si rifà vedere in avanti, invece, il Milan al 16': tiro-cross di Kucka dopo una fuga a destra, Handanovic respinge. La squadra di Mihajlovic alza il pressing e prende le misure, ma al 34' Jovetic fa suonare la sveglia con un mancino dentro l'area controllato dal portiere. Poi, al 35', Miranda salva su Honda in agguato. Pochi secondi dopo Alex sblocca il derby: salta di testa, sovrasta Santon e trasforma nell'1-0 un cross al bacio del giapponese da destra. Ancora, Donnarumma in uscita quasi al limite dell'area con le mani spaventa la San Siro rossonera, ma l'Inter non riesce ad approfittarne.

Milan - Inter

Il derby s'infuoca in avvio di ripresa. Minuto 50': Donnarumma sbaglia il rinvio, prova a recuperare palla, anticipa Eder in agguato e poi lo fa cadere in area. Per Damato non è rigore. Scoppia la protesta dell'Inter e Mancini si fa espellere. Il Milan al 56' va vicino al raddoppio: Romagnoli mette in mezzo dal fondo, con la difesa nerazzurra immobile, ma Bonaventura calcia addosso a Miranda. Poi, al 64', arriva il momento di Icardi al posto di Jovetic. Ma il problema è a centrocampo: Kucka e Montolivo vincono quasi tutti i duelli, Brozovic e Medel fanno poco filtro. Al 69' Icardi va al tiro e Donnarumma ribatte, l'argentino cade a contatto con Antonelli e Damato assegna il rigore. L'ex Samp si presenta sul dischetto e spara sul palo. Gol sbagliato, gol subito. Al 73' Niang serve al centro Bacca, che al volo in area in qualche modo deposita in rete il 2-0. San Siro è una bolgia. Passano 3' e Niang firma il tris del Milan, dopo un miracolo di Handanovic a tu per tu. Poi il francese lascia il posto a Balotelli, mentre Melo subentra a Perisic. L'ex Inter va subito vicino al gol, ma il portiere si distende e mette in angolo. Poi ci provano ancora Honda e Kucka, ma invano. Comunque, scattano gli olé di San Siro. Il derby dice Milan, secondo ko in cinque giorni e crisi aperta per la squadra di Mancini.

Scritto da 
  • Luca Rossi
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Roma2024, Malagò: Atleti chiedono domani a Cinque Cerchi, no pregiudizi

Roma 2024, Malagò: Atleti chiedono domani a Cinque Cerchi

"Solo una cosa può pregiudicare un sogno, la paura di fallire"

Juventus, Allegri: Ora manteniamo questa concentrazione e fame

Juventus, Allegri: Ora manteniamo questa concentrazione e fame

La soddisfazione del tecnico bianconero dopo il poker contro la Dinamo Zagabria

La gaffe della Fifa: 'Buon compleanno Fernando Totti'

La gaffe della Fifa: 'Buon compleanno Fernando Totti'

Dall'account Twitter arrivano le scuse ma ormai il 'danno social' è fatto

Totti: Non ho mai cacciato un allenatore, sono sempre stato coerente

Totti: Mai cacciato un allenatore, io sempre coerente

"I tanti auguri da tutto il Mondo? Vuol dire che qualcosa di buono ho fatto"