Sabato 28 Novembre 2015 - 21:00

Il Lanciano supera il Latina per 2-1

Gli abruzzesi superano i pontini e abbandonano il penultimo posto in classifica

La delusione di Acosty

Il Lanciano supera 2-1 il Latina nella 15/a giornata di Serie B e abbandona il penultimo posto in classifica occupato ora dall'Ascoli. Per il Latina, invece, un ko che rischia di risucchiarla nelle zone calde. Lanciano in vantaggio all'11' con Piccolo: il numero 10 di casa, da posizione defilata, supera Farelli con un destro che si infila nell'angolo vicino. Al 41' il pareggio del Latina: prima Farelli si oppone da campione al rasoterra di Paghera, poi Casadei non può nulla sul colpo di testa angolatissimo di Acosty su cross di Calderoni.  Nel secondo tempo al 12' i nerazzurri si procurano un calcio di rigore (fallo di Pucino su Calderoni): Corvia, dagli undici metri, manda però alto. Al 24' il Lanciano resta in inferiorità numerica: doppio giallo per Di Cecco.  Al 30' i rossoneri si riportano avanti con un calcio di rigore concesso dall'arbitro per un fallo di mano di Brosco e trasformato da Piccolo. Al 36' si ristabilisce la parità numerica: viene espulso Bruscagin per doppia ammonizione. Assalto finale del Latina, senza esito. Dopo 6 minuti di recupero al Biondi termina con la vittoria del Lanciano.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Chelsea vs Roma - Champions Legaue 2017/2018

Roma, Di Francesco: "Rammarico, quando si gioca così bisogna vincere"

Il commento del mister giallorosso dopo la partita con il Chlesea

Juventus vs Sporting - Champions League 2017/2018

Juve, Allegri: "Poco brillanti ma alla fine vittoria importante"

Il tecnico commenta la partita con lo Sporting Lisbona

Chelsea v Roma - UEFA Champions League

Champions, Roma sfiora colpaccio a Londra: è 3-3 con Chelsea

Tra Blues e giallorossi esce fuori un 3-3 fedele specchio delle tante emozioni viste nella serata londinese

Juventus vs Sporting - Champions League 2017/2018

Champions, Juve-Sporting 2-1: Mandzukic salva faccia e qualificazione

Il malessere persiste, ma contava solo vincere e, in fondo, l'obiettivo è andato a segno