Martedì 31 Ottobre 2017 - 13:00

Il fratello di Kevin Spacey: "Nostro padre era un nazista stupratore"

Le rivelazioni scioccanti di Randall Fowler: "Ha abusato di me per anni. Vivevamo in una vera e propria casa degli orrori"

Kevin Spacey è stato cresciuto da un padre nazista, che ha violentato e frustato ripetutamente suo fratello e si è comportato in una maniera così brutale da essere soprannominato 'The creature' (il mostro). A rivelare questi dettagli scioccanti è Randall Fowler, fratello maggiore dell'attore accusato da Anthony Rapp di molestie sessuali.

Fowler, intervistato dal Daily Mail, racconta di aver condiviso con Kevin e la sorella Julie un'educazione basata sulla violenza in una "casa degli orrori" dominata da un padre sadico e pervertito.

Un padre che per anni ha abusato di lui indisturbato, con la madre che sapeva e taceva. "L'oscurità che c'era in quella casa andava oltre ogni possibile immaginazione", racconta ancora il 62enne. "Kevin cercò di evitare quel buio avvolgendosi in una bolla emotiva. Non aveva più sentimenti".

Fowler non cerca di giustificare il fratello e definisce le accuse a lui rivolte come "inquietanti". Tuttavia ci tiene a fare una precisazione: "Ho avuto tre matrimoni e quaranta relazioni. Nessuno di noi ha avuto la possibilità di crescere normalmente con due genitori così deviati".

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Premiere di Molly's Game a Londra

Idris Elba prossimo James Bond? L'attore alimenta le voci su Twitter

Un cinguettio semplice, ma molto significativo

GERMANY-BERLINALE-FILM-CHATRIAN

Locarno Festival, Pardo d'oro al regista singaporeano Yeo Siew Hua per A land imagined

Tra i grandi ospiti di quest'anno Ethan Hawke e Ted Hope, Meg Ryan, Bruno Dumont e la masterclass di Kyle Cooper

PARIS -  David Cronenberg

Venezia 75, "M. Butterfly" e master class per Leone alla carriera a Cronenberg

Il film sarà proiettato in versione originale con sottotitoli italiani giovedì 6 settembre

Notte degli Oscar 2018 .I premiati

Grandi novità per gli Oscar: arriva la statuetta per i film popolari

L'Academy annuncia di voler anche anticipare l'edizione del 2020