Domenica 28 Agosto 2016 - 20:00

Icardi non basta: Inter fermata dal Palermo a San Siro

Rosanero in vantaggio con Rispoli, poi il pari del bomber nerazzurro

Icardi non basta: Inter fermata dal Palermo a S.Siro

Non basta il primo gol stagionale di capitan Mauro Icardi all'Inter che nella prima stagionale davanti al pubblico amico di San Siro non va oltre l'1-1 contro il Palermo di Davide Ballardini. La squadra di Frank De Boer è ancora un cantiere aperto e per ora l'impressione è che ci sia tanto da lavorare. I rosanero con una prestazione diligente portano a casa un buon risultato e anzi con un pizzico di convinzione in più avrebbero potuto ancora provare il colpaccio. Tutte nella ripresa le reti: al gol di Rispoli con deviazione di Santon, replica appunto Icardi. Perplessità sulla scelta del tecnico olandese di lasciare in panchina per oltre un'ora Candreva, poi risultato determinante nel finale con un assist e una serie di giocate pericolose.

Dopo due giorni pirotecnici con l'ingaggio di Joao Mario e Gabigol, l'Inter torna in campo per l'esordio stagionale a San Siro. In tribuna il presidente Erick Thohir, i rappresentanti della proprietà Suning e il presidente della Figc Carlo Tavecchio. De Boer passa al 4-3-3 con Banega in cabina di regia. In difesa torna Murillo e gioca Santon al posto dell'acciaccato Nagatomo. Nel tridente d'attacco il tecnico olandese schiera titolare Perisic al posto di Candreva al fianco di Icardi ed Eder. In attesa di Balotelli, anche i siciliani sono a caccia dei primi punti dopo il ko casalingo subìto dal Sassuolo.

Primo tempo di marca interista, anche se il Palermo non sta certo a guardare. I primi a rendersi pericolosi sono infatti proprio i rosanero con Goldaniga che manca la deviazione vincente su punizione di Hiljemark. Inter nervosa e che si scrolla la paura solo dopo il time-out concesso dall'arbitro visto il caldo opprimente. Nel finale di tempo, infatti, nerazzurri pericolosi a ripetizione: due volte con Medel, una volta con Perisic, una con Miranda e una con Murillo sempre su calcio d'angolo. Sul finire ancora rosanero pericolosi dalle parti di Handanovic con Hiljemark.

E' il preludio al gol che arriva subito in apertura di ripresa: dopo appena 2' su uno sciatto disimpegno di Santon, la palla arriva a Rispoli che da fuori area calcia e trova la deviazione decisiva proprio di Santon per battare Handanovic. San Siro è ammutolita. L'Inter schiuma rabbia e si riversa in attacco alla ricerca del pareggio, su un cross di Eder  dalla destra ancora Medel pericoloso di testa. Ci prova anche D'Ambrosio dal limite, Posavec è attento. De Boer toglie Perisic e inserisce Candreva per dare nuova linfa in attacco. E' proprio da un cross dalla destra dell'ex laziale che arriva al 72' il pareggio nerazzurro firmato dal capitano Icardi con un colpo di testa da centro area. Il bomber si fa così perdonare l'occasione fallita poco prima sempre di testa su punizione di Banega. Candreva è una spina nel fianco della difesa rosanero, ancora su un suo assist Eder sfiora il vantaggio. Inutile l'assalto finale dell'Inter, il Palermo si difende con ordine e torna a casa da San Siro con un punto prezioso e meritato.

Scritto da 
  • Antonio Martelli
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Soccer Football - FC Bayern Munich training session - 2017 International Champions Cup

Calciomercato, Renato Sanches-Milan: ci siamo. Inter blocca Perisic

Il Milan avrebbe trovato un'intesa con il Bayern Monaco per 40 milioni, ma a questo punto il centrocampo diventa affollato e qualcuno dovrà lasciare la squadra

Serie A, la I giornata. Si parte con Inter-Fiorentina e Juve-Cagliari

La Roma a Bergamo, il Milan a Crotone, il Napoli a Verona. La Lazio ospita la Spal. Prime due giornate alle 20,45

La moglie di Cassano: Addio Verona? Non voleva stravolgere vita mia e dei bimbi

Moglie Cassano: Addio Verona? Per non stravolgere me e bimbi

Carolina Marcialis spiega a 'Oggi' i motivi che hanno spinto il suo Antonio a fare dietrofront

Carica Spalletti: Siamo l'Inter, dobbiamo essere ambiziosi

Carica Spalletti: Siamo l'Inter, dobbiamo essere ambiziosi

"Vivo tutti i giorni allo stesso modo, 24 ore per migliorarmi e migliorare la squadra"