Sabato 26 Agosto 2017 - 22:45

Icardi lancia l'Inter all'Olimpico. Roma fermata dai legni

L'argentino firma una doppietta, Vecino cala il tris. Giallorossi sfortunati: tante chance e ben tre pali

Roma - Inter

Beffa atroce per la Roma, serata da urlo e in rimonta per l'Inter del grande ex. All'Olimpico il grande ex Spalletti passa 3-1 ma il risultato è bugiardo: per i giallorossi tante chance e ben tre pali a portiere battuto. Nel primo tempo sblocca Dzeko, mentre nella ripresa si scatena Icardi con una doppietta da squalo e Vecino cala il tris.

Nei titolari 4-3-3 giallorosso con Defrel-Dzeko-Perotti, mentre nei nerazzurri è 4-2-3-1 con Icardi suppportato da Candreva, Valero e Perisic.
Grande fisicità nei primi minuti, con Handanovic bravo in uscita fuori dall'area con Dzeko nei paraggi.  I nerazzurri cercano di ragionare grazie alle geometrie di Borja Valero e i movimenti del rapido binario D'Ambrosio-Candreva. Manolas ruggisce su Perisic, mentre Nainggolan e Defrel sono poco nel vivo. Molto aggressivi i nerazzurri e Kolarov soffre: all'11' Candreva lascia la sfera al terzino alle sue spalle che crossa lungo per tutti. Icardi si mangia un gol in offside, poi che chance per la Roma: Kolarov carica il sinistro al volo e solo il palo a portiere battuto nega il gol al serbo. Per l'Olimpico giallorosso è solo questione di minuti, perché al 15' Dzeko sblocca il match. Palla deliziosa di Nainggolan per il bosniaco, che stoppa di petto e con il destro buca Handanovic.
Posizione al limite ma regolare per l'ex City. L'ex Spalletti urla dalla panchina e allora arriva anche il colpo di testa fuori misura (non la sua specialità) di Valero su cross di Candreva.

Al 27' bell'azione giallorossa con Strootman-Kolarov-Dzeko: il bomber calcia a giro e Handanovic blocca. Ora molto meglio i padroni di casa che sfruttano la mobilità delle mezzali: nerazzurri zavorrati dall'impreciso Gagliardini e da Icardi non perfetto nei movimenti. Se Alisson para con facilità un tiro dai 30 metri di Candreva, Handanovic suda freddo per un tiro-cross di Perotti che Miranda devia in angolo. Nel primo tempo l'ex Genoa è la chiave tattica per Di Francesco: progetta da 10 decentrato e sgasa con inviti radenti come un'ala classica. Al 39' un altro legno salva Handanovic; Defrel appoggia a Nainggolan che calcia in diagonale ma il suo laser si stampa sul palo alla destra dello sloveno. Gli ospiti si scuotono e Icardi sfiora il pari; l'argentino conclude una bella azione manovrata ma Alisson respinge alla grande.

Nella ripresa dentro Joao Mario per un negativo Gagliardini (forse il soprannome Pogba bianco coniato l'anno scorso era fuori luogo). Strootman si incunea in area e trova un angolo, mentre Perotti ci prova senza fortuna dalla distanza. Bene anche Jesus che anticipa Valero in uscita. All'8 Joao Mario calcia dagli sviluppi di un corner ma la palla è facile per Alisson.
Molto bene in transizione i giallorossi: De Rossi regola il flusso di trasmissione e le mezzali si appoggiano sugli esterni che si accentrano. I giallorossi si lamentano per un contatto Skriniar-Perotti: Irrati concede il corner, ma il rigore sembra esserci. E il Var non interviene. I nerazzurri cercano Icardi con traversoni ma prima Fazio e poi Jesus imbavagliano l'argentino.

Al 20' terzo palo per la Roma: Perotti si accentra dalla sinistra e calcia un siluro in diagonale che bacia il palo interno.  Per Di Francesco si passa dalla rabbia alla beffa  nel giro di due minuti. Jesus perde una brutta palla, Candreva apparecchia per Icardi che di destro gela Alisson e Olimpico.

La partita è bellissima: il neoentrato El Shaarawy salta Handanovic con un pallonetto ma Dalbert salva sulla linea. Poi ancora Icardi sfiora la doppietta calciando alto su invito di Joao Mario. Super Perotti arma il contropiede per Nainggolan, ma il tiro del belga è deviato. Maurito però è troppo affamato di gol e lo dimostra al 32' quando finalizza l'affondo di Perisic bucando Fazio e Alisson. L'ex Samp va vicino anche al tris dopo un duello con Manolas, ma il suo tiro è respinto. Nainggolan mostra i denti e cerca il pari: prima è ribattuto, poi la seconda bordata finisce altissima.
A tre dal termine il terzo gol, davvero pesantissimo per quanto visto stasera. Joao Mario ruba palla a Nainggolan, innesca Perisic che regala un cioccolatino da scartare. Vecino brucia Manolas e il 3-1 è servito. Nel recupero anche Joao Mario va ad un passo dal gol, ma il risultato rimane invariato. Sotto gli occhio dell'altro ex Sabatini l'Inter vola e trova tre punti con fortuna ma deve migliorare in mediana. Di Francesco trova la sconfitta alla sua prima all'Olimpico ma la sua Roma non è da buttare via; oltre ai tre pali c'era il rigore su Perotti.

Scritto da 
  • Alessandro Banfo
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Napoli - Milan

Serie A, Insigne-Zielinski e il Napoli vola: Milan ko 2-1 al San Paolo

Una vittoria importantissima, che permette alla squadra di Sarri di tenere lontana la Roma, vittoriosa nel derby, e rinforzare il primato in vetta

Roma - Lazio

Roma-Lazio, le pagelle: Nainggolan condottiero, Immobile leone

Perotti il migliore nei giallorossi, prestazione sufficiente per Parolo

Roma - Lazio

Serie A, Roma vince il derby e si siede al tavolo delle pretendenti allo scudetto

A segno Perotti e Nainggolan, non basta la rete di Immobile