Mercoledì 25 Gennaio 2017 - 18:15

Human Rights denuncia: Trump vuole reintrodurre tortura

Secondo Hrw il neo-presidente "vuole riempire di nuovo Guantanamo"

Human Rights: Trump vuole restaurare tortura, Congresso agisca

Il presidente Usa Donald Trump sta "chiudendo la porta" alle persone in fuga dallo Stato islamico e sta tentando di riaprire i centri segreti di detenzione in cui può essere utilizzata la tortura. È la denuncia di Human Rights Watch (HRW) che esorta il Congresso a intervenire.

Il divieto temporaneo ai migranti di entrare nel Paese che Trump dovrebbe firmare questa settimana è una politica "particolarmente brutta", tra la serie di iniziative populiste, che potrebbe anche violare la Costituzione americana, ha dichiarato il gruppo di attivisti per i diritti umani. Trump "sta cercando di bloccare l'ingresso di migranti negli Stati Uniti apparentemente per motivi di sicurezza", ha spiegato il leader di Hrw, Kenneth Roth. Ma, ha aggiunto, "per cercare di segnare un punto politico, sta chiudendo la porta a tutti loro. È come se Trump fosse indifferenze alla sofferenza che molti dei rifugiati hanno vissuto. Molte di queste persone sono in fuga dall'Isis o dagli equivalenti dell'Isis in tutto il mondo", ha aggiunto.

Secondo Hrw, inoltre, Trump "vuole riempire di nuovo Guantanamo" e c'è la possibilità che riapra 'le carceri segrete' in territori stranieri, soprannominate 'dark sites'.
Secondo quanto riporta oggi il Washington post, l'amministrazione Trump avrebbe siglato un ordine esecutivo in cui si chiede la revisione del programma di interrogatori della Cia, smantellato nel 2009, autorizzando l'agenzia di intelligence a riaprire le 'carceri segrete' all'estero. Il decreto revocherebbe la decisione dell'ex presidente Barack Obama di porre fine al programma della Cia ripristinando i metodi varati dal 2007 dall'allora presidente George W. Bush, ampiamente condannati e ritenuti 'tortura'.
La bozza di decreto preparata - accusa Human Rights Watch - autorizza la Cia a ripristinare il proprio programma di detenzione che è stato fonte di così tante torture da indebolire la nostra sicurezza nazionale".
Per questo, si invita il Congresso a esercitare la supervisione sulla nuova amministrazione e a "difendere la Costituzione e la legge  internazionale sui diritti umani".

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bergamo, La Coop Sul Serio batte la crisi: quando i lavoratori salvano le aziende dal fallimento

Onu: "Le donne guadagnano il 23% meno degli uomini. È il più grande furto della storia"

Il dato emerge dalla campagna #StopTheRobbery ed è specchio di una situazione diffusa in tutto il mondo

Sami Anan

Egitto, ex capo di stato maggiore Sami Anan si candida a presidenziali

Sfiderà l'attuale presidente Abdel Fattah al-Sisi

Usa, un anno di Trump: tra scandali e promesse mantenute

Al termine del primo anno di governo l'immagine del presidente degli Stati Uniti nel mondo è peggiore di quanto non sia mai stata quella dei suoi due predecessori

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile