Sabato 18 Giugno 2016 - 18:45

Hillary e Bill Clinton di nuovo nonni: Siamo sulla luna per nipotino

E' nato Aidan, il secondo figlio di Chealsea Clinton e di suo marito Marc Mezvinsky

Hillary e Bill Clinton di nuovo nonni: Siamo sulla luna per nipotino

E' nato il secondo figlio di Chelsea Clinton e di suo marito Marc Mezvinsky. Il piccolo si chiama Aidan. Lo ha annunciato la figlia della candidata alla nomination alle presidenziali americane Hillary Clinton, scrivendo su Twitter: "Marc e io siamo sopraffatti dalla gratitudine e dall'amore nel festeggiare la nascita del nostro figlio Aidan Clinton Mezvinsky". "Siamo tutti sulla luna mentre Chelsea e Marc danno il benvenuto nel mondo al fratellino di Charlotte e siamo grati per le nostre tante benedizioni", hanno scritto invece Hillary e Bill Clinton, diventati nonni per la prima volta a settembre 2014. In una nota, la candidata alla nomination alle presidenziali americane e l'ex presidente hanno scritto: "Chelsea e Aidan stanno bene e si stanno godendo insieme questo momento molto speciale".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

US-POLITICS-TRUMP-PRISON REFORM

Russiagate, Trump chiede inchiesta su spionaggio durante sua campagna

Il presidente Usa vuole fare chiarezza sulla possibile infiltrazione dell'amministrazione Obama

Lo chef Mario Batali coinvolto in un caso di molestie sessuali a passeggio per New York

Usa, nuove accuse di molestie e violenza contro lo chef Mario Batali

Avrebbe aggredito due ex dipendenti del ristorante newyorkese 'The Spotted Pig' sotto l'effetto di droghe e alcol

Venezuela Elezioni: Nicolas Maduro al voto

Venezuela, rieletto Maduro. Ma l'opposizione grida ai brogli

Il presidente riconfermato fino al 2025. Gli avversari denunciano pressioni sugli elettori e chiedono una nuova consultazione

US-POLITICS-ECONOMY-IMF-WORLDBANK-SPRING-MEETINGS

La Francia avverte l'Italia: "Se non rispetta impegni a rischio stabilità dell'eurozona"

Il ministro dell'Economia Bruno Le Maire lancia l'allarme e ricorda: "In Europa ci sono regole da rispettare"