Lunedì 27 Novembre 2017 - 18:45

Higuain, riuscito l'intervento alla mano. Con il Napoli al 50%

Ridotta la frattura del terzo raggio metacarpale della sinistra. Ma per la partita di venerdì sera rientro difficile

Champions League - Juventus vs FC Barcelona

Riuscito l'intervento alla mano sinistra per Gonzalo Higuain. Ma il "Pipita" difficilmente sarà in campo col Napoli. Ecco il comunicato della Juventus: "Gonzalo Higuain è stato sottoposto a intervento chirurgico di riduzione e sintesi della frattura al terzo raggio metacarpale della mano sinistra ad opera del dottor  Pegoli e del professor Rossi, dello staff chirurgico del J Medical, alla presenza del dottor Claudio Rigo presso la clinica Sede Sapientiae di Torino. L'intervento - si legge in una nota - durato circa 45 minuti è perfettamente riuscito e nei prossimi giorni verrà definito il suo rientro in squadra".

Con il Napoli al San Paolo (venerdì 1 dicembre all 20,45) Higuain, che si era fatto male sabato sera nella rifinitura in vista della partita con il Crotone, potrebbe esserci. Ma non sarà facile. Dalle prime voci dopo l'intervento, sembrava addirittura escluso che potesse giocare. Ma ieri sera, al Gran Gala del Calcio, l'ad bianconero Marotta ha detto che potrebbe farcel: "Diciamo al 50 per cnto - ha spiegato - La chirurgia, oggi, fa miracoli".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

FBL-ITA-SERIEA-TORINO-JUVENTUS

Higuain infortunato ringrazia i fan e assicura: "Tornerò presto"

Distorsione alla caviglia per il 'Pipita', ma Allegri non si preoccupa: "Non è niente di grave"

Torino vs Juventus

Toro-Juventus 0-1, le pagelle: Bernardeschi top, Belotti flop

I voti ai giocatori in campo. Bene Chiellini, male Falque

Torino vs Juventus

Il Derby è ancora della Juve: Alex Sandro 'mata' il Toro

Ai bianconeri basta un gol per vincere il terzo derby in questa stagione

FBL-ITA-SERIEA-FIORENTINA-JUVENTUS

Juve, Allegri: "Derby snodo fondamentale. Champions non sia un'ossessione"

Tra nuovi e vecchi acciaccati, la formazione è ancora una volta fortemente condizionata