Domenica 22 Ottobre 2017 - 10:30

Harry Styles molestato durante un concerto. E parte l'hashtag #RespectHarry | Video

L'ex cantante degli One Direction toccato con insistenza dalle fan

Las Vegas: iHeartRadio Music Festival 2017

Stava cantando una delle sue hit, Kiwi, si è avvicinato alle fan in delirio sotto il palco e si è inginocchiato per pochi secondi. Tempo sufficiente perché le ragazze più vicine provassero a toccarlo: le più vanno sulle gambe e sulle braccia, ma si nota anche una mano insistente sulle parti intime. Talmente insistente che Harry Styles deve scostare la mano con la sua, prima di allontanarsi.

Il video ha fatto il giro del web, facendo infuriare le fan dell'ex voce della boy band One Direction, che hanno rilanciato l'hashtag #RespectHarry, letteralmente "rispettate Harry". Parlano di "molestia sessuale", le ragazze su Twitter, di un atteggiamento "vile" e "disgustoso". "Non è un oggetto", cinguettano in molte.

 

 

E qualcuno lancia anche questo video, in cui una fan che si trovava proprio sotto il palco e avrebbe la possibilità di toccare il cantante, allunga un dito sulla sua scarpa. "Se riuscite ad essergli così vicino, questo è tutto ciò che dovete fare senza il suo consenso", si legge su Twitter

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Zucchero, 30 anni di carriera con 'Wanted': "Ora nuovo capitolo"

E dopo cinque anni, durante i quali in Italia ci sono stati solo gli show all'Arena di Verona, Fornaciari torna in tour

Sergio Sylvestre festeggia il Natale: esce 'Big Christmas'

Undici canzoni tipiche del periodo delle feste per tenere compagnia ai suoi fan sotto l'albero

Gianni Morandi al 40° album: "Mi piace ancora cantare l'amore"

Il traguardo con 'd'amore d'autore'. Il cantante chiama a raccolta otto autori per mettere in musica il "motore di tutte le cose"

Muore a 21 anni Lil Peep, il rapper che cantava di droga e depressione

Trovato senza vita nel suo tour bus, si sospetta un'overdose. Una foto su Instagram lo ritrae con delle pillole sulla lingua