Giovedì 09 Giugno 2016 - 07:45

Hamas benedice attacco Tel Aviv. Israele: stop permessi palestinesi

Nell'attentato avvenuto ieri sera in un centro commerciale sono morte 4 persone, 13 sono rimaste ferite

Hamas benedice attacco Tel Aviv. Israele sospende permessi per 83mila palestinesi

Hamas plaude all'attacco avvenuto ieri sera in un centro commerciale a Tel Aviv che ha ucciso quattro israeliani. Mushir al-Masri, un alto funzionario di Hamas, ha fatto sapere che il suo movimento "benedice l'attentato, che è una risposta ai crimini israeliani a Gaza e in Cisgiordania". I responsabili, ha spiegato la polizia, sono due palestinesi della zona di Hebron e sono cugini.  Una portavoce della polizia israeliana ha affermato in un comunicato stampa che i due uomini armati sono stati arrestati e uno di loro è sotto interrogatorio.

"Questa operazione è stata effettuata dopo un certo periodo di tempo, in cui alcuni pensavano che l'Intifada si fosse interrotta a causa di arresti e operazioni di sicurezza, ma l'attacco dimostra che l'Intifada è ancora in corso", ha detto Al- Masri. Hamas, in una dichiarazione via e-mail rilasciata in Cisgiordania, ha inoltre fatto sapere che i due palestinesi "sono membri di Hamas": pur non avendo rivendicato ufficialmente l'attentato, il movimento ha dichiarato che i due responsabili, Khaled e Mohamed Makhamra, sono i nipoti di due membri di Hamas imprigionati in Israele. 

Anche la formazione politico-militare di sinistra Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ha affermato in una dichiarazione che l'attacco "è una risposta naturale alle violazioni israeliane che avvengono ogni giorno, e soprattutto alle esecuzioni quotidiane di palestinesi in Cisgiordania e a Gaza". "E' un messaggio per dire ai sionisti che la resistenza armata è l'unico mezzo per ottenere nuovamente i diritti".

Intanto Israele ha sospeso tutti i permessi rilasciati a 83mila palestinesi durante il mese di Ramadan in seguito all'attacco. Lo hanno riferito, come riporta il quotidiano Haaretz, il primo ministro Benjamin Netanyahu, il ministro della Difesa Avigdor Lieberman e capo di stato maggiore dell'IDF generale Gadi Eisenkot. Molti permessi erano stati concessi ai residenti a Gaza per per pregare alla Spianata delle Moschee.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

FILE PHOTO: Laurent Wauquiez, the front-runner for the leadership of French conservative party "Les Republicains" (The Republicans) attends a political rally in Saint-Priest

Francia, Wauquiez prende il posto di Sarkozy: "Ricostruirò centrodestra"

È il nuovo leader dei "Republicains" e ora dovrà ricostruire una realtà politica ancora scossa dal fatto di non essere riuscita, per la prima volta nella Quinta Repubblica, ad arrivare al ballottaggio per la presidenza

New York, esplosione a fermata degli autobus di Manhattan

Esplosione a Nyc, un arrestato con giubbotto esplosivo. "Era collegato all'Isis"

Tra la 42esima strada e la 8th Avenue. L'attentatore rimasto ferito da un tubo-bomba. Si chiama Akayed Ullah, ha 27 anni, originario del Bangladesh

Russian President Vladimir Putin addresses officials of Rostec high-technology state corporation at the Novo-Ogaryovo state residence outside Moscow

Putin ordina il ritiro delle truppe russe dalla Siria

Il presidente ha avuto un colloquio a sorpresa con il suo omologo siriano Bashar al-Assad

Saudi Arabia's King Salman bin Abdulaziz Al Saud presides over a cabinet meeting in Riyadh

Nuova svolta in Arabia Saudita: riaprono i cinema dopo 35 anni

Dopo le donne alla guida, il re Salman decide di riaprire le sale cinematografiche vietate dagli anni '80