Venerdì 06 Maggio 2016 - 13:30

Grecia, al via oggi sciopero di 48 ore contro riforme per aiuti

Anche i giornalisti hanno aderito all'iniziativa di protesta

Grecia, al via oggi sciopero di 48 ore contro riforme per aiuti

I greci hanno iniziato oggi uno sciopero nazionale di 48 ore per protestare contro le riforme fiscali e previdenziali per ottenere i soldi dai creditori internazionali. Indetto dai maggiori sindacati pubblico e privato, lo sciopero ha tenuto le navi attraccate al porto e sta bloccando i trasporti pubblici. Anche i giornalisti hanno aderito all'iniziativa di protesta. 

"Stanno cercando di dimostrare all'Eurogruppo che sono bravi studenti, ma stanno distruggendo il sistema di sicurezza sociale della Grecia", ha dichiarato il sindacato del settore privato Gsee, definendo le nuove riforme in attesa si approvazione "l'ultimo chiodo sulla bara" per i lavoratori e i pensionati dopo sei anni di austerità. Il governo greco spera che le misure, che dovrebbero essere approvate domenica dal Parlamento, contribuiscano a convincere i creditori ad approvare il rilascio di 5 miliardi di euro di aiuti. La Grecia ha bisogno dei fondi di salvataggio per rimborsare i prestiti del Fmi e le obbligazioni in pancia alla Bce in scadenza a luglio.

 

 L'Eurogruppo terrà una riunione straordinaria per esaminare la situazione del programma di aggiustamento macroeconomico greco lunedì 9 maggio a partire dalle 15 a Bruxelles. La riunione dei ministri delle Finanze della zona euro, anticipata a fine aprile via Twitter dal portavoce del presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, "verterà su un elenco completo di riforme strategiche e sulla sostenibilità del debito pubblico della Grecia". 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Olanda, accoltellamento a Maastricht: almeno due morti

Diverse persone ferite nella città al confine tra Belgio e Olanda. Non si sa se si tratta di terrorismo

Francia, treno travolge scuolabus vicino a Perpignan

Francia, scontro treno-scuolabus vicino Perpignan: morti quattro adolescenti

Il pullman che trasportava i ragazzini dal liceo di Millas spaccato a metà nell'impatto, come feriscono alcuni testimoni

Campagna di Russia

La ritirata di Russia 75 anni fa: 100mila soldati non tornarono

"Solo a piedi, sempre a piedi, con un freddo terribile", ricorda ancora oggi l'allora giovane sottotenente della divisione Ravenna Guido Placido

Putin e Erdogan in conferenza stampa a Ankara

Putin si presenta come candidato migliore: Opposizione destabilizzerebbe

Il presidente russo spera nel sostegno di più di un partito politico