Sabato 26 Agosto 2017 - 15:00

Gp del Belgio, Hamilton in pole, poi Vettel, Bottas e Raikkonen

Per il pilota inglese è la sessantottesima volta. Eguagliato il record di Schumacher. Sarà ancora Mercedes contro Ferrari

BEL, FIA, Formel 1, Grand Prix von Belgien

Lewis Hamilton partirà dalla pole position nel Gran Premio del Belgio di Formula 1, a Spa. Con il tempo di 1.42.553 record della pista, il pilota inglese della Mercedes ha preceduto di appena 0.242 la Ferrari di Sebastian Vettel. Con questa pole position Hamilton eguaglia il record di Michael Schumacher a quota 68 in carriera.

Al terzo posto si è quailicato il finlandese Valteri Bottas con la seconda Mercedes, poi il suo connazionale Kimi Raikkonen con l'altra Ferrari: rispettivamente a 542 e 713 millesimi che occuperanno dunque, la seconda fila sulla griglia di partenza (domani alle 14). Terza fila per le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo con distacchi di 827 millesimi e un secondo e 310.

E dopo le qualifiche, Lewis Hamilton si commuove quando Ross Brown lo abbraccia e gli porta il messaggio di congratulazioni della moglie di Michael Schumacher, Corinna e di tutta la famiglia dell'ex campione tedesco: "La famiglia Schumacher si congratula con te per aver eguagliato il record di Michael".

Poi Hamilton, spiega: "Grazie a tutti i fan, sono stati straordinari. Non posso credere a cosa ho fatto". Mi sento fresco dopo le vacanze, era il modo migliore per ripartire. Sarà dura per tutti, ma cerchiamo di innestare le marce alte e arrivare fino alla fine".

Vettel - "Ho avuto buone sensazioni fin dalla Q1, poi ho perso feeling soprattutto nel secondo settore. Alla fine sono riuscito a fare il giro grazie alla scia di Kimi e va bene così. Ottimo lavoro da parte di tutto il team e guardiamo alla gara con ottimismo". Così Sebastian Vettel, dopo le qualifiche del Gran Premio del Belgio: "Sono fiducioso per il passo gara, vedremo cosa riusciremo ad ottenere domani", ha aggiunto il tedesco fresco di rinnovo con la scuderia di Maranello.

Bottas - Ed ecco Valteri Bottas:

"Sarebbe stato bello partire tutti e due in prima fila, ma sono contento. Miravo alla pole ma Lewis è stato velocissimo, ora le mie speranze sono per domani. Voglio un'altra vittoria, ma la cosa importante come team è ottenere un buon risultato".

Ed ecco la griglia di partenza del Gp del Belgio a Spa

1. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 1:42.553;

2. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 1:42.795;

3. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 1:43.094;

4. Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari 1:43.270;

5. Max Verstappen (Ola) Red Bull - TAG Heuer 1:43.380;

6. Daniel Ricciardo (Aus) Red Bull - TAG Heuer 1:43.863;

7. Nico Huelkenberg (Ger) Renault 1:44.982;

8. Sergio Perez (Mex) Force India - Mercedes 1:45.244;

9. Esteban Ocon (Fra) Force India - Mercedes 1:45.369;

10. Jolyon Palmer (Gbr) Renault.

Fuori in Q2: 11. Fernando Alonso (Spa) McLaren 1:45.090; 12. Romain Grosjean (Fra) Haas - Ferrari 1:45.133; 13. Kevin Magnussen (Dan) Haas - Ferrari 1:45.400; 14. Carlos Sainz Jr (Spa) Toro Rosso - Renault 1:45.439; 15. Stoffel Vandoorne (Bel) McLaren senza tempo*.

Fuori in Q3: 16. Felipe Massa (Bra) Williams-Mercedes 1:45.823; 17. Daniil Kvyat (Rus) Toro Rosso - Renault 1:46.028; 18. Lance Stroll (Can) Williams-Mercedes 1:46.915; 19. Marcus Ericsson (Sve) Sauber - Ferrari 1:47.214; 20. Pascal Wehrlein (Ger) Sauber - Ferrari 1:47.679.

* retrocesso in fondo alla griglia di partenza.

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Formula 1, Gran Premio del Brasile - Sabato pregara

F1, Gp Brasile: Vettel trionfa a Interlagos, Raikkonen terzo

Safety car in pista, incidente tra la Haas di Grosjean e la Force India di Ocon

MotoGP, prima giornata di prove libere al GP di Valencia 2017

MotoGp Valencia, Dovizioso: "Ci ho provato, è stato campionato esagerato"

La caduta negli ultimi giri l'ha costretto a dire addio ai sogni di titolo mondiale

MotoGP Valencia 2017 - Sabato Pre Gara

MotoGp Valencia, Dovizioso si ritira: Marquez campione del mondo

Il pilota della Ducati è caduto a pochi giri dalla fine. Vince Pedrosa, lo spagnolo terzo