Mercoledì 30 Dicembre 2015 - 14:15

Golf, Tiger Woods festeggia 40 anni fra progetti e incognite sul futuro

Tutti gli appassionati di golf si chiedono se tornerà ad essere il re indiscusso dei green di tutto il Mondo. Meno di due anni fa e ancora di recente, in tanti hanno atteso il suo ritorno alle gare per lanciare la caccia al record assoluto di 18 vittorie nei tornei Major del grande Jack Nicklaus.

Tiger Woods
 Tiger Woods compie 40 anni e tutti gli appassionati di golf si chiedono se tornerà ad essere il re indiscusso dei green di tutto il Mondo. Meno di due anni fa e ancora di recente, in tanti hanno atteso il suo ritorno alle gare per lanciare la caccia al record assoluto di 18 vittorie nei tornei Major del grande Jack Nicklaus. Woods ha vinto cinque tornei del PGA Tour nel 2013 e, anche se l'ultimo Slam vinto risale al 2008, l'obiettivo di rimpinguare il bottino di 14 Major sembrava ancora alla sua portata. Ma tutto è cambiato nel 2014 quando, un doloroso infortunio alla schiena lo ha costretto a un intervento chirurgico e ad un lungo stop. Da quel momento Tiger Woods non è stato più lo stesso, precipitanto in un anno dal 32° al 416esimo posto del ranking.
 
Pertanto ora, invece, di chiedersi se il campione americano sarà in grado di vincere di nuovo un Major gli esperti si chiedono se sarà in grado di vincere anche solo un altro torneo del circuito. A 40 anni, però, per lo stesso Woods l'obiettivo è soprattutto avere un corso sano e stare bene e non tornare ad essere il numero 1 o vincere un torneo. "Anche se non dovessi tornare a giocare, ho tanta voglia di avere una qualità della vita con i miei bambini", ha dichiarato Woods in una recente intervista a Time Magazine. Non riuscire a giocare più "non è quello che voglio che accada e non ci sto pensando, Ma se sarà così, sarà così. Io ormai sono riconciliato con me stesso", ha aggiunto.
 
Appare molto difficile, per un Woods acciaccato e in là con gli anni, fermare l'ascesa del connazionale Jordan Spieth che ad appena 22 anni sembra destinato a monopolizzare questo sport nei prossimi anni. Dal 1965, inoltre, solo 18 golfisti hanno vinto un torneo Major a 40 anni o più. Insomma, un'impresa ai limiti dell'impossibile visto il deterioramento del fisico e probabilmente la fiducia nei propri mezzi che non è più la stessa. Nonostante i risultati deludenti sui green, Woods può consolarsi comunque per gli 83.1 milioni di dollari guadagnati lo scorso anno che ne fanno ancora lo sportivo più ricco al Mondo secondo la classifica di Forbes.
 
Per quanto riguarda la vita privata, invece, ha creato imbarazzo il libro scritto dal suo ex caddie, Steve Williams, che ha accusato apertamente Woods di averlo trattato come uno schiavo. Sul piano sentimentale, infine, dopo gli scandali e il divorzio milionario dalla modella Elin Nordegren, il campione americano ha chiuso anche la relazione con la sciatrice Lindsey Vonn. Una separazione decisa di comune accordo e che entrambi hanno motivato con l'impossibilità di conciliare le loro attività in giro per il Mondo. Nel lungo periodo di riabilitazione dall'operazione alla schiena, Woods ha scoperto il ruolo di padre dei suoi due figli Sam e Charlie. Potrebbe essere proprio questo il futuro di Tiger, unito a quello di imprenditore nel campo della ristorazione in Florida.
 
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

XXIX Olimpiadi di Pechino 2008

Tiro con l'arco, Nespoli oro ai mondiali di Salt Lake City

L'azzurro ha vinto per 6-2 la finale nella gara individuale contro l'astro nascente olandese Steve Wijler

Ciclismo, Adriatica-Ionica: Viviani forza quattro ma a Trieste festeggia Sosa

Il veneto vince l’ultima tappa in volata, davanti a Cavendish e Minali. Al colombiano la maglia azzurra della classifica generale

Ciclismo, Adriatica-Ionica: l’ultima tappa su LaPresse

Centodiciassette chilometri da Grado a Trieste. Sosa, leader della generale, ha 45 secondi di vantaggio su Ciccone. Il via alle 17:00

Ciclismo, Adriatica-Ionica: tris Viviani a Grado. Sosa ancora in maglia azzurra

Il veneto supera allo sprint Nizzolo e Hodeg confermandosi il miglior velocista in gara. Domani l’ultima tappa, dalle 17:00 su LaPresse