Mercoledì 06 Dicembre 2017 - 17:00

Giuliano Pisapia rinuncia alla sua battaglia: "Campo Progressista è finito"

L'ex sindaco di Milano getta la spugna: "Lo Ius soli in fondo ai lavori del Senato rende impossibile la trattativa col Pd"

Senato - Incontro in memoria di Umberto Veronesi

Campo Progressista è finito. L'esperienza di Giuliano Pisapia, che dall'inizio dell'estate stava cercando di unire le forze del centrosinistra in un'unica coalizione, è terminata oggi. Il movimento "non è riuscito a costruire un grande e diverso centrosinistra per il futuro del Paese in grado di battere destre e populismi", recita secca una nota.

A pesare sulla decisione è stata soprattutto la non calendarizzazione del ddl che riforma la cittadinanza, da sempre, per l'ex sindaco di Milano, condizione indispensabile per proseguire il dialogo con il Pd di Matteo Renzi. La decisione di calendarizzare lo Ius Soli al termine di tutti i lavori del Senato, rendendone la discussione e l'approvazione una remota probabilità, "ha evidenziato - dice Pisapia - l'impossibilità di proseguire nel confronto".

Loading the player...

Per Campo progressista lo ius soli è sempre stata la carta vincente per dimostrare di poter incidere sull'agenda del Pd. Dal Nazareno però le perplessità sono sempre state molte: prima la fiducia che avrebbe portato con sè troppe incognite, poi la spinta di Ap contro la legge. Oggi la parola fine. Congedandosi, Pisapia ha ancora sottolineato che teme "i rischi fortissimi di un Paese nelle mani delle destre o dei populisti" e ora "c'è solo da sperare che le forze progressiste si ritrovino almeno dopo le elezioni".

Ora inizierà un percorso di avvicinamento, da parte di molti ex-Sel a 'Liberi e Uguali' di Pietro Grasso. Il primo a 'invitare' l'ex sindaco di Milano è Pippo Civati. "Credo - dice il leader di Possibile - sia giusto chiedere a Pisapia di partecipare con noi alla nostra proposta per una sinistra unita e di governo. La sua delusione per l'impossibilità di allearsi con il PD è simile a quelle maturate da noi nel corso degli anni". 

Scritto da 
  • Denise Faticante
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Appalti rifiuti, Roberto De Luca si dimette da assessore: "Provocazione vergognosa"

Il figlio del governatore della Campania è indagato per corruzione su presunti casi di mazzette

M5S, Masciari: "Denunciare i boss non è bastato. Mia fedina pulita"

Intervista all'imprenditore calabrese e testimone di giustizia che ha denunciato il racket e ora candidato

Napoli, il leader del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio al Teatro Sannazzaro

Rimborsi M5S, Le Iene rivelano altri tre nomi. Della Valle: "Taroccavo i bonifici con Photoshop"

I pentastellati coinvolti sarebbero: Cariello, Scagliusi e Dieni. La Dieni: "Falso. Ho versato fino all'ultimo euro"

Rimborsi M5S, Sarti si autospende. Interrogato l'ex De Girolamo

La decisione della deputata pentastellata: "Tutto dovrà essere chiarito nelle sedi opportune"