Martedì 23 Agosto 2016 - 08:45

Giovani egiziani picchiati con mazze: video inchioda aggressori

Ricercati i complici dei tre italiani fermati

Giovani egiziani picchiati con mazze: video inchioda aggressori

Tre ragazzini di nazionalità egiziana sono stati picchiati selvaggiamente da tre giovani italiani, tutti maggiorenni: durante il pestaggio hanno girato un video con il cellulare che li ha inchiodati. Ora sono stati fermati ed entro domani saranno interrogati dal gip. E' accaduto a San Cono, piccolo paesino in provincia di Catania. Dalla procura di Caltagirone, che indaga sull'accaduto, fanno sapere che uno dei tre minorenni ha riportato delle gravi lesioni alla testa: per questo è stato ricoverato presso l'ospedale Garibaldi-Nesima di Catania. Gli altri due hanno riportato lesioni di varia entità. Tutti e tre sono ospiti del centro di prima accoglienza per minori alle porte di San Cono.

I motivi che hanno portato all'aggressione non sono ancora stati chiariti ma il procuratore di Caltagirone Giuseppe Verzera fa sapere di non escludere nessuna pista, nè le motivazioni razziali nè personali. Si ricercano attualmente i complici dei tre italiani fermati, ovvero coloro che si trovavano alla guida delle vetture con le quali i tre minorenni sono stati bloccati.

TRE I FERMATI: SONO TUTTI RAGAZZI DEL POSTO - I tre fermati per il pestaggio sono due fratelli, Giacomo Severo (classe 1984), Davide Severo (classe 1993) e Antonino Spitale (del 1998). Sono tutti ragazzi del luogo. I carabinieri di Carania fanno sapere che sono stati fermati alle 2 di notte di ieri. A loro carico ci sono le accuse di tentato omicidio, lesioni personali e porto abusivo di armi.

IL VIDEO: URLA, BOTTE E INSULTI - Nel video girato da uno degli aggressori si sentono le urla dei ragazzini, uno dei quali si lamenta per i colpi ricevuti. Uno degli italiani urla 'sei una m...', poi è il caos. In un frame del filmato due aggressori vengono inquadrati oltre al terzo italiano, che riprende tutto: uno ha in una mano una pistola e nell'altra una mazza da baseball. Indossa dei pantaloncini e una t-shirt. Dietro di lui un ragazzo con maglietta rossa e jeans chiari non esita a picchiare con la sua mazza da baseball un ragazzo a terra. Per un attimo poi si vede uno dei minori a terra con la testa sanguinante.

Loading the player...
Scritto da 
  • Elena Andreasi
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Mamma uccide figli a Suzzara in provincia di Mantova

Catania, due anziane sorelle uccise in casa: ipotesi rapina

I corpi trovati nella loro nella loro abitazione di Ramacca messa a soqquadro. Indagano i caraninieri

Processo a carico di Marco Cappato, accusato di aiuto al suicidio per vicenda dj Fabo

Dj Fabo, Cappato: "Era mio dovere aiutarlo a morire"

L'esponente dei Radicali al processo che lo vede imputato per aiuto al suicidio e per aver accompagnato in auto in Svizzera il 40enne milanese

Matteo Renzi visita la Tegim Telethon a Pozzuoli

Malattie rare: oltre 6mila patologie colpiscono 600mila italiani

Sono casi gravi, spesso letali, e spesso non esistono terapie disponibili