Domenica 08 Maggio 2016 - 15:15

Giomi: Schwazer ha dimostrato che si può vincere senza doparsi

Il presidente della Fidal, Alfio Giomi commenta così la vittoria dell'azzurro

Alex Schwazer

"Per tanti anni c'è stata una corrente di pensiero che diceva che per vincere nell'atletica bisogna doparsi. Schwazer invece ha dimostrato che nell'atletica si vince senza doparsi ma allenandosi bene. Per me è stato importante questo. Il doping è l'arma dei deboli, una scorciatoia per chi ritiene che non basti l'allenamento". Lo dice il presidente della Fidal, Alfio Giomi, dopo la vittoria di Alex Schwazer nella 50km di marcia al mondiale a squadre di Roma, sua prima gara ufficiale dopo lo stop di 3 anni e 9 mesi per positività all'antidoping.

Giomi loda poi la prestazione globale dell'Italia, oro a squadre nella specialità: "Abbiamo fatto vedere che la marcia italiana esiste - dichiara - deficitaria nella 20km ma campione del mondo nella 50km. Se devo dire l'atleta che mi ha stupito di più è stato Teodorico Caporaso". "Inoltre - conclude - abbiamo organizzato quella che credo sia l'edizione più bella dei mondiali di marcia a squadre di sempre".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

FILE PHOTO: Team Sky rider Froome of Britain celebrates on the podium after winning the Vuelta Tour of Spain after the last stage of the cycling race between Arroyomolinos and Madrid

Ciclismo, Froome positivo al doping (Salbutamolo) alla Vuelta 2017

E' il miglior ciclista del momento. Quest'anno ha vinto Tour e Vuelta. Team Sky: "Spiegheremo tutto"

Ciclismo, presentazione del Giro d'Italia 2018

Giro d'Italia parte da Gerusalemme ovest e Israele minaccia di annullarlo

L'ira dei ministri israeliani per la partenza da "West Jerusalem": "C'è una sola capitale"

Ciclismo, presentazione del Giro d'Italia 2018

Ciclismo, svelato Giro 2018: da Gerusalemme a Roma, al via anche Froome

Presentato il percorso della edizione 101 della corsa rosa. Partenza in Israele il 4 maggio e arrivo nella capitale il 27. La novità è la presenza del britannico

"I Roveri" di Torino premiato al World of Leading Golf

La struttura del Royal Park ha ricevuto il prestigioso riconoscimento per i "Migliori servizi"