Venerdì 03 Novembre 2017 - 08:45

Gioia Tauro, sequestrata 'droga del combattente' usata dall'Isis

Il carico, diretto in Libia dove avrebbe reso 50 milioni di euro, era gestito direttamente dal Califfato

Un quantitativo del farmaco tramadolo (24 milioni di pastiglie) che, venduto al dettaglio, avrebbe fruttato 50 milioni di euro sul mercato nero nord africano e medio orientale. E' l'esito del sequestro disposto dalla sezione antiterrorismo della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria. Il farmaco era arrivato al porto di Gioia Tauro dall'India ed era diretto in Libia.

Loading the player...

Il tramadolo è una sostanza oppiacea sintetica, il cui uso è stato ripetutamente accertato negli scenari di guerra mediorientali, tanto da essere soprannominato 'droga del combattente', essendo utilizzato sia come eccitante, sia per aumentare le capacità di resistenza allo sforzo fisico. 

Secondo le informazioni condivise con fonti investigative estere, il traffico di tramadolo sarebbe gestito direttamente dall'IS (DAESH), al fine di finanziare le attività terroristiche che l'organizzazione pianifica e realizza in ogni parte del mondo e che parte dei proventi illeciti derivanti dalla vendita di tale sostanza, sarebbero destinati a sovvenzionare gruppi di eversione e di estremisti operanti in Libia, in Siria ed in Iraq.

L'operazione - fa sapere in una nota il procuratore di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho - si è avvalsa anche della collaborazione della Dea americana e della Direzione centrale dei servizi antidroga presso il ministero dell'Interno e del supporto del comando generale della guardia di finanza. Al lavoro la sezione Antiterrorismo della Dda reggina, dopo le indagini svolte dai finanzieri del comando provinciale di Reggio Calabria in collaborazione con l'ufficio Antifrode della Dogana di Gioia Tauro.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Contestazioni alla Bicocca - gli studenti entrano in aula magna

Milano, proteste all'università Bicocca: "No alternanza scuola-lavoro"

Blitz degli studenti durante l'inaugurazione dell'anno accademico. La ministra Fedeli: "Dialogo per risolvere i problemi"

Torino, autopsia 'scagiona' il cane: addestratore morto per un malore

Il 26enne, trovato senza vita sabato scorso, non è stato sbranato dal bull terrier dell'amico. I morsi sul corpo del giovane avvenuti 'post mortem'

Manifestazione contro l'obbligo dei vaccini

Vaccini, Consulta rinvia a mercoledì decisione su ricorsi Veneto

Nel pomeriggio si è svolta l'udienza pubblica di fronte alla Corte Costituzionale

Tumori al polmone, nuova macchina per la ricerca

Diciasettenne muore di meningite in ospedale a Imola

Era ricoverato da venerdì scorso per un caso batterico. Avviata la donazione degli organi