Giovedì 17 Novembre 2016 - 20:45

Germania, Obama: Se fossi tedesco voterei per Merkel

"E' un'alleata straordinaria" ha aggiunto il presidente Usa

Germania, Obama: Se fossi tedesco voterei per Merkel

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, si è rifiutato di esprimere la sua opinione sul se la cancelliera tedesca Angela Merkel debba optare per una nuova candidatura nelle elezioni generali dell'anno prossimo, ma ha detto che, se fosse tedesco, voterebbe per lei. "Se io fossi di qui, se fossi tedesco, sarei un suo seguace, le darei il mio voto", ha detto Obama parlando in conferenza stampa congiunta accanto a Merkel a Berlino.

"Non mi immischio nella politica altrui. L'unica cosa che posso dire è che Merkel è un'alleata straordinaria e sicuramente l'unica fra i nostri alleati più stretti che era in carica quando io ho cominciato il mio incarico", ha proseguito Obama, aggiungendo che "siamo veterani". Merkel, conservatrice, non ha ancora annunciato se si ricandiderà per un quarto mandato nelle elezioni del 2017, e ha detto che lo annuncerà al momento opportuno.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Trump: Non permetteremo mai all'Iran di avere arma nucleare

Trump: Non permetteremo mai all'Iran di avere arma nucleare

Teheran "deve fermare il suo mortale finanziamento, addestramento ed equipaggiamento di terroristi e milizie"

Trump in Israele: C'è possibilità di raggiungere pace in Medioriente

Trump in Israele: C'è possibilità di raggiungere pace in Medioriente

Per Netanyahu la visita del presidente Usa sarà "una pietra miliare storica"

La Corea del Nord lancia un nuovo missile

Corea, Kim ordina produzione di massa missile medio-lungo raggio

Ieri il lancio del del Pukguksong-2, definito dall'agenzia di stampa di Stato "un grande successo"

Smoke rises from an airstrike during a battle between Iraqi forces and Islamic State militants in western Mosul

Times: Isis ha usato cavie per testare armi chimiche

Il quotidiano cita documenti trovati nell'Università di Mosul