Martedì 19 Luglio 2016 - 16:15

Germania, video dell'assalitore del treno: Compirò un attacco

"Vi combatterò sino a quando avrò sangue nelle vene, vi massacrerò" dice nel suo messaggio diffuso in rete

Germania, Isis diffonde video dell'assalitore del treno: Compirò un attacco suicida

Lo Stato islamico ha diffuso un video in cui il 17enne afghano che ieri ha aggredito i passeggeri di un treno in Germania afferma che "compirà un attentato suicida in Germania" promettendo: "Vi combatterò sino a quando avrò sangue nelle vene, vi massacrerò". Lo ha fatto sapere la direttrice del Site Intelligence Group, Rita Katz, sul suo profilo Twitter.

I FATTI. Il  giovane afghano richiedente asilo in Germania, ha ferito con un'ascia e un coltello quattro persone, tre in modo grave. Il tutto è  successo su un treno regionale nei pressi di Würzburg, in Baviera. L'assalitore è poi stato ucciso dalla polizia. Il ministro dell'Interno della Baviera, Joahchim Herrman. ha dichiarato che il giovane aggressore viveva a Ochsenfurt, una piccola città  a 20 chilometri da  Würzburg. Il ragazzo era stato affidato a una famiglia. Alla domanda su una possibile motivazione islamista dietro l'attacco, il ministro Hermann ha detto che un testimone avrebbe rivelato che il giovane gridava 'Allahu Akbar" sul treno, ma ha precisato che deve ancora verificato i dettagli della dinamica. L'Isis ha rivendicato l'attacco  e nella stanza del ragazzo questa mattina è stata rinvenuta una bandiera dello Stato islamico.

Il treno stava percorrendo la tratta fra  Treuchtlingen e Würzburg e, dopo l'accaduto, si è fermato fra Ochsenfurt e Heidingsfeld. Il tratto ferroviario tra Ochsenfurt e Würzburg è stato chiuso e la polizia è sul posto. Secondo quanto riporta il giornale tedesco Focus, sul treno regionale viaggiavano 21 persone.

"ALLAHU AKBAR".  E' certo che il ragazzo abbia urlato 'Allahu akbar', cioè 'Allah è grande', perché il grido è stato registrato in una telefonata. Lo ha fatto sapere il procuratore tedesco Erik Ohlenschlager, in conferenza stampa. I testimoni avevano raccontato di aver sentito il giovane urlare quelle parole. La frase è stata registrata "con estrema chiarezza" dal telefono cellulare di una passeggera che ha chiamato la polizia, ha spiegato il procuratore, che ha parlato di una "prova oggettiva" della motivazione politica dell'assalitore.

LA VENDETTA. Sarebbe stato una vendetta per un amico ucciso in Afghanistan sabato scorso l'attacco condotto ieri dal giovane. Lo ha fatto sapere il procuratore tedesco Erik Ohlenschlager, in conferenza stampa. Il 17enne afghano è salito sul treno in Baviera "deciso a uccidere dei passeggeri totalmente sconosciuti", ha detto il procuratore, per vendicare quello che coloro che l'assalitore considerava infedeli "avevano fatto ai suoi fratelli, sorelle e figli musulmani".

"CREDENTE MA NON FANATICO". Le persone più vicine al ragazzo, con le quali ha avuto contatti negli ultimi mesi, considerano "totalmente incomprensibile" l'aggressione. I testimoni definiscono il ragazzo credente ma in alcun modo "radicale né fanatico"; raccontano che andava in moschea nei giorni stabiliti, ma non tutte le settimane. Il ministro dell'Interno della Baviera, Land in cui l'aggressione è avvenuta, Joachim Herrmann, ha riferito che un testimone avrebbe rivelato che il giovane gridava "Allahu akbar" sul treno.

 

LEGGI ANCHE Germania, Isis rivendica attacco treno: Assalitore nostro combattente

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Polizia di New York: "Esplosione a Manhattan, origine sconosciuta"

Si è verificata tra la 42esima strada e la 8th Avenue. Evacuate le linee metro. Secondo i media ci sarebbero feriti e un arrestato

Russian President Vladimir Putin addresses officials of Rostec high-technology state corporation at the Novo-Ogaryovo state residence outside Moscow

Putin ordina il ritiro delle truppe russe dalla Siria

Il presidente ha avuto un colloquio a sorpresa con il suo omologo siriano Bashar al-Assad

Saudi Arabia's King Salman bin Abdulaziz Al Saud presides over a cabinet meeting in Riyadh

Nuova svolta in Arabia Saudita: riaprono i cinema dopo 35 anni

Dopo le donne alla guida, il re Salman decide di riaprire le sale cinematografiche vietate dagli anni '80

Ue-Israele, Mogherini riceve Netanyahu

Gerusalemme, Netanyahu: "È capitale Israele, anche Paesi Ue lo riconosceranno"

Il premier israeliano parla di fronte all'Unione Europea insieme all'alto rappresentante per gli Affari esteri Federica Mogherini