Lunedì 17 Ottobre 2016 - 17:45

Germania, esplosioni in 2 impianti chimici. Paura nube tossica

E' successo nelle sedi dell'industria chimica Basf a Ludwigshafen e a Lampertheim

 Paura in Germania, esplosioni in 2 impianti chimici: un morto e sette dispersi

Due esplosioni sono avvenute negli impianti chimici della compagnia Basf in Germania, a Ludwigshafen e Lampertheim. La compagnia ha chiesto agli abitanti di Ludwigshafen di restare al chiuso e non aprire porte e finestre, per evitare le emissioni dell'incendio nel porto. A Lampertheim, dove si trova un impianto di additivi plastici, l'esplosione non avrebbe invece causato allarme ambientale. Due persone sono morte, sei sono rimaste ferite e due sono disperse a seguito delle esplosioni. Secondo la Basf, quattro lavoratori sono rimasti feriti nel primo incidente e sono stati portati in ospedale. Nel secondo incidente il numero dei feriti non è stato precisato, è stato riferito soltanto che sono "numerosi". La compagnia, sul suo profilo Twitter, ha chiesto agli abitanti della città di evitare di stare all'aperto e di tenere chiuse le porte e le finestre.

 

SOSPESA L'ATTIVITA'. La Basf ha sospeso tutte le attività negli impianti dove si sono verificate esplosioni. A Ludwigshafen la polizia ha chiesto agli abitanti di restare all'interno degli edifici, tenendo chiuse porte e finestre, per l'allarme legato a sostanze tossiche diffuse nei fumi degli incendi. 

 

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

 Svezia, no all'ingresso in Nato: Politica di non allineamento

Svezia, no all'ingresso in Nato: Politica di non allineamento

La ministra degli Esteri Wallstrom: Indipendenti in posizioni sulla sicurezza

Le Pen rifiuta il velo e cancella incontro con Mufti del Libano

Le Pen rifiuta il velo e cancella incontro con Mufti del Libano

"Io non mi coprirò mai" ha detto la leader del Front National

Medioriente, Khamenei: Stop a regime sionista, liberare i territori

Medioriente, Khamenei: Stop a regime sionista, liberare i territori

"Nessun popolo in nessuna era della storia è mai stato soggetto a questa crudeltà"

Autorità malesi: No segno di puntura sul corpo di Kim Jong-Nam

Malesia: Nessun segno di puntura sul corpo di Kim Jong-Nam

Sono ancora da definire le cause della morte