Venerdì 22 Luglio 2016 - 20:00

Attacco al centro commerciale a Monaco di Baviera: 8 morti, suicida attentore

Killer si è suicidato: era 18enne tedesco-iraniano e ha agito da solo. Gli insulti ai turchi poi l'urlo: "Io sono tedesco"

Attacco al centro commerciale a Monaco di Baviera: 8 morti, suicida un attentatore

Sanguinosa sparatoria a Monaco di Baviera dove è stato dichiarato lo stato di emergensza: colpi esplosi in un centro commerciale, nella zona del parco olimpico, altri spari sarebbero stati esplosi in centro città ma non vi è conferma. Nella zona olimpica la sparatoria è cominciata in una filiale di McDonalds: diversi corpi sono stati visti distesi a terra, la polizia ha parlato di 8 morti accertati. Non è chiaro il numero delle persone coinvolte, la polizia ha però parlato di tre assalitori e di una "grave situazione terroristica" pur escludendo legami con il mondo islamico. Uno degli attentatori avrebbe infatti insultato gli stranieri (Turchi di m***a) prima di dichiarare di essere tedesco. L'attacco arriva 5 anni dopo le stragi di Oslo e Utoya a opera di Anders Breivik.

LEGGI Monaco, la cronologia delle sparatorie

Secondo i media uno degli uomini responsabili della sparatoria si sarebbe ucciso sparandosi alla testa.  La polizia di Monaco riferisce di avere trovato un  corpo senza vita, oltre quelli delle 8 vittime,  nei pressi del centro commerciale Olympia Einkaufszentrum e  fa sapere che sta verificando se si tratti di uno degli attentatori.

CANCELLERIA: NON POSSIAMO CONFERMARE ATTO DI TERRORISMO. La Germania non può confermare che quello di Monaco sia stato un atto di terrorismo. Lo afferma il capo dello staff della cancelliera tedesca Angela Merkel. "Non possiamo escludere che sia un atto legato al terrorismo, ma non possiamo neanche confermare che lo sia. Indaghiamo anche in questa direzione", ha detto Peter Altmaier alla televisione tedesca.

VITTIME.  Secondo le prime testimonianze riportate dal sito del giornale tedesco Abendzeitung Muenchen potrebbero esserci almeno 10  morti in seguito alla sparatoria nel centro commerciale Olympia Einkaufszentrum di Monaco, nel sud della Germania.   La polizia di Monaco riferisce su Twitter che il bilancio della sparatoria nella città bavarese è al momento di sette morti e un numero imprecisato di feriti. La polizia aggiunge che al momento non è in grado di confermare altri siti teatro di sparatorie se non quello di Hanauer Straße, cioè nella zona del centro commerciale Olympia Einkaufszentrum (Oez). Precedentemente la polizia aveva riferito di assalitori in fuga, tre stando alle testimonianze raccolte, spiegando che "intorno alle 17.50 testimoni hanno avvertito la polizia di una sparatoria nella zona di Hanauer Straße, che poi si è spostata su Riesstraße e nell'Olympia Einkaufszentrum".

 

PRIMI TESTIMONI: 3 IN AZIONE. Alcuni testimoni che hanno assistito alla sparatoria nel centro commerciale Olympia Einkaufszentrum di Monaco hanno riferito di tre persone armate. È questo quanto riferisce la polizia: "Al momento non abbiamo arrestato nessun assalitore. La ricerca procede a ritmo incalzante", ha detto ancora la polizia, spiegando di non sapere al momento dove gli assalitori si trovano.

UN ASSALITORE: "STRANIERO DI M***A", "TURCHI DI M***A"   Uno degli assalitori di Monaco avrebbe gridato 'Scheiß Ausländer', cioè 'Straniero di m****'. È quanto ha riferito un testimone oculare all'emittente tedesca Rtl, secondo quanto riporta la Bild. Un assalitore, non si sa se lo stesso avrebbe detto di essere tedesco.

Uno degli assalitori di Monaco avrebbe gridato 'Turchi di m***a'. È quanto conferma la Bild.  Circolano sui social anche un video legato proprio all'insulto.
 

IN FUGA IN METRO.  Gli assalitori sarebbero  fuggito in metropolitana. È quanto riporta il giornale locale Muenchen Abendzeitung. Lo stesso quotidiano riferisce anche di una seconda sparatoria avvenuta da pochi minuti nel centro della città, in zona Stachus. Al momento si parla di un solo assalitore, non è chiaro se uomo o donna, ma l'informazione non ha conferme ufficiali.
 

TESTIMONE: SPARI IN FACCIA AI BAMBINI.  "Ho sentito gli spari, poi ho visto i feriti. Ero spalla a spalla con l'attentatore, ero in bagno con mio figlio. L'ho visto sparare direttamente in faccia ai bambini". Così Lauretta Januze, una testimone della sparatoria a Monaco, ha raccontato quello che è accaduto alla Cnn spiegando che suo figliosi trovava in bagno con uno dei killer da McDonald's. "Lì - ha raccontato - ha caricato l'arma". La stessa testimone ha raccontato alla Cnn che l'uomo colpevole della sparatoria dentro al centro commerciale di Monaco urlava "Allahu Akbar", cioè "Allah è grande".

SPARI ANCHE IN CENTRO. Spari sarebbero stati esplosi dunque anche in zona Stachus, nel centro della città.  La polizia però non conferma: "Siamo a conoscenza dei rumors su una sparatoria nel centro della città. La situazione non è ancora chiara. Per favore evitate luoghi pubblici e metropolitana". Così su Twitter la polizia di Monaco, dopo la sparatoria avvenuta nel centro commerciale Olympia Einkaufzentrum (Oez), nella zona del parco olimpico, in cui la polizia ha confermato che ci sono diversi morti e feriti. Dopo questa prima sparatoria è circolata la notizia di una seconda sparatoria nel centro della città, nella zona di Stachus, ed è probabilmente a questo che si riferisce la polizia.  

 

Un'utente di Twitter, Thamina Stoll, ha pubblicato un video sull'accaduto: si vedono le persone scappare dopo la sparatoria per trovare rifugio. 

La zona è stata transennata e la circolazione della metropolitana è stata interrotta. La Süddeustche Zeitung riporta la testimonianza raccolta telefonicamente dalla dipendente di un negozio che si trova al piano terra del centro commerciale: "Ho sentito degli spari e ho visto dei feriti". La donna racconta che molti clienti sono corsi nel panico nel suo negozio e la polizia le ha chiesto di non uscire dal negozio.

TWITTER E FACEBOOK. Ancora una volta, come già successo nel corso degli ultimi attentati in Europa, sui social network corre la solidarietà in seguito alla sparatoria di questa sera, in Germania. Centinaia di persone su Twitter hanno iniziato ad usare gli hashtag #OffeneTur e #OpenDoor (porta aperta) per dare rifugio alle persone rimaste per strada in seguito all'attacco. Su Facebook è stata nuovamente attivata la funzione del Safety Check grazie alla quale chi si trova nella zona dell'attacco può far sapere ad amici e parenti di essere al sicuro.

SOSTENITORI ISIS FESTEGGIANO SUI SOCIAL. I sostenitori dell'Isis stanno celebrando sui social network la sparatoria, anche se non si sa ancora se l'attacco sia o meno di matrice islamica. "Grazia Dio, possa Dio portare prosperità ai nostri uomini dello Stato Islamico", si legge in un tweet in arabo su un account che regolarmente mostra il suo sostegno al movimento radicale islamico. "Lo Stato Islamico si sta espandendo in Europa", si legge in un altro tweet postato da un profilo che supporta lo Stato Islamico.

OBAMA: DAREMO SUPPORTO NECESSARIO A GERMANIA. Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha espresso il suo supporto alla Germania dopo la sparatoria di questa sera. "Non sappiamo ancora esattamente cosa stia succedendo lì ma, ovviamente, i nostri pensieri vanno ai feriti", ha detto Obama prima di parlare ad un incontro alla Casa Bianca. "Daremo loro - ha aggiunto - tutto il supporto necessario".

MOGHERINI: L'EUROPA E' UNITA.  "I nostri pensieri sono con le vittime di Monaco, le loro famiglie e tutto il popolo tedesco. L'Europa è unita". Così l'Alta rappresentante per la Politica estera Ue, Federica Mogherini, commenta l'attacco di Monaco.

RENZI A MERKEL: PENSIERO PARTECIPE DI TUTTA L'ITALIA.  Il presidente del Consiglio Matteo Renzi rivolge alla cancelliera tedesca Angela Merkel il pensiero partecipe di tutta l'Italia e il dolore per le vittime e i feriti di Monaco. È quanto riferiscono fonti di palazzo Chigi.

POLIZIA: EVITARE LUOGHI PUBBLICI. "Attenzione: evitate la zona del centro commerciale dell'Olympia Park. Restate nelle vostre case. Lasciate la strada". È l'avvertimento diffuso su Twitter dalla polizia di Monaco, dopo che una sparatoria è avvenuta in un centro commerciale, nella zona del parco olimpico. 

Sempre sul social la polizia invitare a evitare "i luoghi pubblici a Monaco. La situazione è ancora poco chiara". È quanto scrive sul suo account Twitter la polizia di Monaco, utilizzando gli hashtag relativi alla sparatoria avvenuta nel pomeriggio.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Polizia di New York: "Esplosione a Manhattan, origine sconosciuta"

Si è verificata tra la 42esima strada e la 8th Avenue. Evacuate le linee metro. Secondo i media ci sarebbero feriti e un arrestato

Russian President Vladimir Putin addresses officials of Rostec high-technology state corporation at the Novo-Ogaryovo state residence outside Moscow

Putin ordina il ritiro delle truppe russe dalla Siria

Il presidente ha avuto un colloquio a sorpresa con il suo omologo siriano Bashar al-Assad

Saudi Arabia's King Salman bin Abdulaziz Al Saud presides over a cabinet meeting in Riyadh

Nuova svolta in Arabia Saudita: riaprono i cinema dopo 35 anni

Dopo le donne alla guida, il re Salman decide di riaprire le sale cinematografiche vietate dagli anni '80

Ue-Israele, Mogherini riceve Netanyahu

Gerusalemme, Netanyahu: "È capitale Israele, anche Paesi Ue lo riconosceranno"

Il premier israeliano parla di fronte all'Unione Europea insieme all'alto rappresentante per gli Affari esteri Federica Mogherini