Lunedì 10 Ottobre 2016 - 09:30

Germania, arrestato siriano legato a Isis: pianificava attacchi

Nell'appartamento del rifugiato trovati esplosivi usati in genere dagli islamisti

Germania, arrestato siriano in fuga legato all'Isis

La polizia della Sassonia ha arrestato a Lipsia il rifugiato siriano 22enne che era ricercato da sabato, quando non era stato trovato durante un blitz nella sua abitazione di Chemnitz. Nell'appartemento dell'uomo, Jaber Albakr, erano stati trovati esplosivi destinati a un attentato. A dare notizia della cattura è stata la polizia su Twitter. Bild riferisce, citando fonti delle indagini, che il tipo di esplosivo ritrovato nella casa rafforza la tesi islamista, perché si tratta di perossido di acetone (TATP), sostanza altamente esplosiva usata dallo Stato islamico per compiere attentati come quelli di Parigi e Bruxelles.

 Il rifugiato siriano arrestato in Germania dopo che nel suo appartamento sono stati trovati esplosivi pianificava attentati simili per portata a quelli di Bruxelles e Parigi. Ad affermarlo è il ministro dell'Interno tedesco, Thomas de Maiziere. "In base a quanto sappiamo, i preparativi a Chemnitz sono simili a quelli per gli attacchi di Parigi e Bruxelles", ha detto. Il capo della polizia della Sassonia, Joerg Michaelis, ha dichiarato in conferenza stampa che secondo le prime indagini il 22enne Jaber Albakr sarebbe stato ispirato dallo Stato islamico.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bulgaria, treno merci deraglia ed esplode: almeno quattro vittime

Bulgaria, treno merci deraglia ed esplode: almeno quattro vittime

L'incidente è avvenuto nel nordest del Paese e il villaggio di Hitrino è stato evacuato

Usa, Cnn: Giuliani non è più in lizza per dipartimento di Stato

Usa, Cnn: Giuliani non è più in lizza per dipartimento di Stato

. Secondo l'emittente americana, altri candidati sarebbero l'ex candidato alla presidenza repubblicana nel 2012 ed ex governatore del Massachusetts, Mitt Romney e l'amministratore delegato di Exxon Mobil, Rex Tillerson