Sabato 08 Ottobre 2016 - 15:15

Allarme terrorismo in Sassonia: ricercato siriano, preparava attentato

La polizia ha diffuso un identikit e si chiama Jaber Albakr. E' stato blindato un intero quartiere

Germania, allarme antiterrorismo in Sassonia: ricercato siriano

Centinaia di poliziotti stanno dando la caccia a un uomo sospettato di pianificare un attentato dinamitardo a Chemnitz, in Sassonia, dopo che non l'hanno trovato durante un raid nel suo appartamento. La polizia ha diffuso un identikit del ricercato: si chiama Jaber Albakr, è nato a Damasco il 10 gennaio 1994 e indossa una felpa con cappuccio. L'operazione è stata lanciata a causa di un avvertimento dell'agenzia di intelligence di Berlino, sebbene non fossero noti tempi e luoghi del presunto attacco pianificato, ha spiegato Tom Bernhardt, portavoce della polizia del Land di Sassonia. Durante il blitz, nel quartiere di Fritz-Heckert, la polizia ha trovato nell'appartamento dell'uomo tracce di materiali esplosivi.

I residenti dell'edificio in cui si trova l'appartamento sono stati evacuati, mentre quelli dell'area sono stati invitati dalle autorità a non uscire di casa. "L'area isolata è così vasta che possiamo praticamente escludere una minaccia per gli abitanti", ha detto Bernhardt. Ha anche detto di non poter escludere che ci siano altre persone sospettate, oltre all'uomo di origine siriana.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Le donne come le auto usate: Audi ritira spot sessista in Cina

La causa automobilistica costretta a scusarsi per una pubblicità che ha scatenato un'ondata di indignazione e polemiche

Russiagate, audizione in Senato per Trump jr, Kushner e Manafort

Il figlio del tycoon, suo genero e l'ex capo della campagna elettorale saranno sentiti sulle accuse di coinvolgimento della Russia nelle presidenziali 2016

Usa, il senatore John McCain ha un grave tumore

Il repubblicano ha una forma aggressiva di cancro al cervello

Una delegazione di parlamentari al cantiere TAV di Chiomonte

Tav Torino-Lione. La Francia ha deciso di prendersi una pausa

Lo ha detto il ministro dei Trasporti Elisabeth Borne. Motivazioni soprattutto economiche: Mancano i fondi