Martedì 19 Aprile 2016 - 22:30

Germania, 26enne segregata in casa da anni: polizia la libera

Il presunto sequestro è stato scoperto durante uno sfratto. La ragazza era tenuta prigioniera dalla madre

Germania, 26enne segregata in casa da anni: polizia la libera

La polizia tedesca ha liberato una donna di 26 anni con disabilità mentale che era stata tenuta prigioniera per anni dalla madre in condizioni disumane in una casa di Rosenheim, in Baviera. Lo riferisce la stessa polizia. Il presunto sequestro è stato scoperto in modo accidentale dopo che la madre, 54 anni, è caduta dalla scala dell'edificio mentre stavano per entrare nel suo appartamento gli agenti esecutori dello sfratto. 

Dopo l'arrivo di una squadra medica per curare le ferite, gli agenti hanno scoperto che una delle stanze della casa era chiusa a chiave e, dopo averla forzata, hanno trovato all'interno la figlia. La giovane, che riusciva appena ad esprimersi, è stata trasferita in un ospedale psichiatrico e, secondo le prime indagini, tutto fa pensare appunto che fosse chiusa nella stanza da anni. Le due donne erano le uniche abitanti dell'immobile e, secondo un vicino, la madre respingeva ogni tipo di aiuto nonostante le condizioni precarie in cui viveva.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

L'aeroporto di Amsterdam circondato dai media e dalla curiosita' della gente dopo l'incidente aereo di ieri

Amsterdam uomo con coltello all'aeroporto. Colpito dalla polizia

La persona agitava l'arma contro le persone. Gli hanno sparato. Zona interdetta

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, 2 palestinesi morti e oltre 100 feriti nelle proteste

La prima "giornata della rabbia". Le vittime sono due uomini. Hamas invita ad assediare le ambasciate Usa nel mondo

Migranti, affondato un barcone al largo delle coste libiche

Migranti, Gentiloni attacca: "Inaccettabile indisponibilità di alcuni Paesi"

Il premier al vertice Ue di Bruxelles: "Le regole non sono optional". Unicef: "400 bambini annegati nel Mediterraneo nel 2017"