Sabato 24 Dicembre 2016 - 15:30

Gentiloni visita zone terremotate: Ricostruzione resta priorità

"Ma dobbiamo essere ottimisti: tra forze armate, protezione civile e volontari ho visto un gioco di squadra incredibile"

Gentiloni a Norcia

Visita nelle zone terremotate per il premier Paolo Gentiloni. Il presidente del Consiglio si è recato a Norcia, San Ginesio (Macerata) e Amatrice. 

"Mentre prendiamo l'impegno di tenere la ricostruzione in cima all'agenda del Governo, dobbiamo però anche essere ottimisti: perché ho visto qui oggi un gioco di squadra incredibile tra forze armate, protezione civile, volontari, personale sanitario. E' un gioco di squadra all'italiana di cui dobbiamo essere orgogliosi", ha dichiarato Gentiloni durante la conferenza stampa a cui sono presenti tra gli altri il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, il commissario per la ricostruzione Vasco Errani e il capodipartimento della protezione civile Fabrizio Curcio, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

"Non dimentichiamo in che modo una area enorme del nostro Paese è stata colpita - ha sottolineato Gentiloni - La convivenza ci impone di farci carico di chi è in difficoltà". "Quasi 300mila persone sono coinvolte nelle difficoltà di questi giorni. Dobbiamo quindi dire che non mettiamo indietro, nell'agenda del governo, la ricostruzione - ha proseguito - Amatrice però è anche il luogo che ci fa pensare al futuro".

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Esterno dell'Hotel Hilton di Via Galvani con la Polizia

Reggio Emilia, spinta dietro un cespuglio e violentata: è caccia all'uomo

L'uomo è poi riuscito a fuggire e sono in corso le ricerche

Temporali su quasi tuttta Italia, poi torna il sole: il meteo del 23 e 24 luglio

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare

Camera dei Deputati - Interpellanze urgenti

Dl Dignità, duello Di Maio-Martina. M5S: "Pd è partito dei padroni"

Lo scontro si sposterà poi in aula: il provvedimento dovrebbe essere esaminato giovedì 26 luglio e ha già un migliaio di emendamenti da discutere

Mafia, due milioni di risarcimento alla famiglia del 13enne ucciso per vendetta

Giuseppe Di Matteo sequestrato e sciolto nell'acido perché il padre era un pentito