Lunedì 21 Agosto 2017 - 21:45

Genova, maltratta moglie e tenta di annegare il figlio di 9 anni

È accaduto a Stazione di Recco: l'uomo da anni ha problemi di abuso alcolici

Omicidio Suicidio a Dogaletto di Mira

Picchia e maltratta la moglie 24enne e cerca di far affogare in mare il figlio della donna di soli 9 anni. La scorsa notte i carabinieri della Stazione di Recco, alle porte di Genova, hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia un 27enne ucraino che lavora come cuoco di Gallarate (Varese). L'uomo era da qualche giorno in vacanza a Recco con la moglie e i suoi due bambini, di 9 anni e di 5 mesi. L'ucraino, che da anni ha problemi di abuso alcolici, sin dal pomeriggio aveva ripreso a bere e maltrattare verbalmente la moglie e il figlio più grande, da anni bersaglio delle sue angherie.

 Ieri pomeriggio, dopo una bottiglia di vino consumata a pranzo e dopo aver bevuto anche alcuni cocktail, l'uomo ha cominciato a manifestare comportamenti aggressivi. Nonostante tutto però la famiglia è arrivata in spiaggia, e mentre mamma e bambini giocavano, l'uomo continuava a bere. Verso le 19 l'ucraino è entrato in acqua, si è avvicinato al bambino di 9 anni e con la scusa di mostrargli qualcosa lo ha portato a diversi metri dalla riva dove non riusciva più a toccare. Lì improvvisamente l'uomo ha afferrato il bimbo è lo ha spinto più volte sott'acqua. La madre che era a riva con il neonato, pensava che stessero giocando. Quando però si è accorta di quello che stava accadendo, ha cominciato ad urlare al piccolo di raggiungere la riva per mettersi in salvo. Il marito, però, ha afferrato il ragazzino per una caviglia e ha cercato di farlo nuovamente sprofondare in acqua.

A quel punto la donna ha chiesto aiuto a un bagnino che si è buttato in acqua con un collega per soccorrere il piccolo. Quando i guarda spiaggia lo hanno riportato a riva, la mamma ha cercato di allontanarsi con lui e il piccolo di 5 mesi. Il marito, però, l'ha raggiunta all'ombrellone e ha iniziato a strattonarla nonostante avesse il neonato tra le braccia. L'intento dell'uomo era quello di prendere il portafoglio dalla borsa per poter andare ad acquistare altri alcolici. 

Le vittime ad un certo punto, grazie anche all'aiuto di altri bagnanti, sono riusciti a allontanarsi e a barricarsi nella loro stanza d'albergo. Dopo un po' è arrivato anche il marito e quasi contemporaneamente anche i carabinieri di Recco allertati dagli altri bagnanti. L'uomo ha ripreso a insultare la moglie, ma è stato arrestato e portato in caserma mentre il bimbo di 9 anni è stato portato all'ospedale Gaslini di Genova poiché, oltre allo shock, mostrava alcune difficoltà respiratorie. L'ucraino è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e tentato omicidio ed è in carcere a Marassi. Il bambino ora è ricoverato in ospedale, ma non è in pericolo di vita.
 

Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Nashville sparatoria in un locale

Usa, spari in una scuola in Indiana: due feriti, fermato sospetto

Colpita la Noblesville West Middle School di Indianapolis

Roberto Izzo in aula per deporre durante il processo per la strage di Piazza Loggia

Mostro Circeo, Izzo a pm: "Nel '75 uccidemmo una 17enne veneta"

Ha raccontato ai magistrati la verità su Rossella Corazzin, sparita 43 anni fa dai boschi di Tai di Cadore mentre era in vacanza. Fu violentata da un branco di 10 uomini e poi ammazzata

L'esercito dei bambini scomparsi: in Italia sparisce un minore ogni 48 ore

Nel 2017 il Telefono Azzurro ha gestito 177 casi. Il Lazio la regione più problematica

La polizia di Frontiera Francese continua i controlli alla stazione di Bardonecchia

Migranti, trovato cadavere al confine tra Italia e Francia

Il corpo rinvenuto a Bardonecchia, nei pressi del sentiero montano dell'orrido del Frejus