Domenica 10 Gennaio 2016 - 17:30

Genoa rivede la luce: Atalanta battuta 2-0

Vittoria importante per i liguri, che vincono grazie alle reti di Dzemaili e Pavoletti

L'esultanza del Genoa dopo il gol di Dzemaili

Sull'orlo del baratro, il Genoa ritrova gioco, punti ed entusiasmo sbancando il terreno dell'Atalanta. Successo meritato per la formazione di Gasperini, che vince 2-0 e dà un ulteriore schiaffo alle speranze europee degli orobici. La squadra di Reja fa fatica ad imporre il suo gioco sin dal primo tempo. Il Genoa tiene bene e, quando può, riparte in velocità provando ad innescare l'unica punta vera, Pavoletti, assistito nell'occasione da Suso e Tachtsidis. I ritmi non decollano e così bisogna attendere il recupero per assistere alla prima palla gol della gara, di marca genoana: Rincon va al tiro da posizione favorevole, una deviazione manda fuori causa Sportiello che si salva grazie alla traversa.

Nella ripresa il copione non cambia: Atalanta disordinata e poco lucida, Genoa più caparbio e reattivo. Al 29' Paletta ci mette una pezza su tocco a botta sicura di Capel, ma al 34' i rossoblu passano: traversone di Rincon, irrompe il neo entrato Dzemaili che insacca. Al 36' arriva pure il raddoppio: imperiosa discesa di Laxalt, invito perfetto per Pavoletti che deve soltanto appoggiare a porta vuota. È la rete che chiude di fatto la partita e che rilancia il Genoa in zone più sicure della classifica.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Genoa - Hellas Verona

Il Genoa affonda le speranze del Verona (3-1). Serie B vicina

I rossoblù vanno in vantaggio con Medeiros, subiscono il pari di Romulo (rigore). Ma sono più cinici nel finale con Bessa e Pandev

Pinot trionfa al Tour of the Alps. L’ultima tappa all'ucraino Padun

Il francese si prende la maglia ciclamino e lancia un messaggio in vista del Giro d’Italia. Tra gli italiani bene Pozzovivo e Aru, Quarto Froome

TOPSHOT-FBL-EUR-C3-CSKA MOSCOW-ARSENAL

Wenger, addio all'Arsenal: c'è anche Allegri per la successione

L'allenatore della Premier league se ne va a 68 anni