Martedì 27 Dicembre 2016 - 14:15

Gela, una madre uccide due figlie e tenta il suicidio

A dare l'allarme ai carabinieri, intervenuti sul posto, è stato il marito della donna

Gela, una madre uccide due figlie e tenta il suicidio

Ha avvelenato le sue due bambine, di 7 e 9 anni, uccidendole, e subito dopo ha ingerito della candeggina che però su di lei non è stata letale. E' successo in una piccola palazzina del centro storico di Gela, in provincia di Caltanissetta.
La donna, 42 anni, è stata trovata in stato di shock dal marito che, rientrato in casa dal lavoro, si è trovato davanti alla tragica scena delle due piccole riverse a terra. L'uomo ha subito chiamato il 118, ma per le piccine non c'era più nulla da fare: erano morte, uccise dalla madre, probabilmente con quella stessa candeggina con la quale aveva porvato a togliersi la vita.
Quando la donna si è trovata davanti al marito, distrutto da dolore e rabbia, che la guardava con occhi increduli, ha minacciato di buttarsi dal balcone dell'appartamento nel quale vivevano, al secondo piano di via Passaniti 5, ed è stata salvata solo grazie all'intervento dei carabinieri, chiamati sul posto dai soccorritori.
Trasportata nel vicino ospedale Vittorio Emanuele la donna è stata ricoverata per le lesioni interne causate dal veleno, ma secondo i medici non rischia la vita.
Ancora ignote le cause del folle gesto. La donna, secondo quanto si apprende, non soffriva di depressione o quanto meno non era mai stata in cura per problemi del genere: lavorava come maestra, ai vicini sembrava una madre come tutte le altre, senza disagi o difficoltà particolari.
Una famiglia all'apparenza normale, raccontano gli inquirenti, con una casa nel centro storico di Gela, non ricca ma senza nessun problema economico: ingegnere lui, insegnate lei, entrambi, fino a oggi, genitori apparentemente felici e innamorati delle loro due piccole.
Sarà l'autopsia, disposta per le prossime ore, a fare chiarezza sulla triste fine delle due vittime.
La donna non ha ancora detto una parola su quanto accaduto: al momento non è in condizione di parlare nè di essere interrogata, dicono i medici. Mentre il marito, in stato di shock, rimane al fianco delle due piccole, strappate alla vita da una follia improvvisa e incomprensibile, che non è dipesa da lui ma per la quale non si dà pace.
 

Scritto da 
  • Alessandra Lemme
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Cadaveri di tre alpinisti segnalati sul Monte Bianco

Cadaveri di tre alpinisti segnalati sul Monte Bianco

Non  si esclude che possa trattarsi di un incidente avvenuto in tempi  non recenti

Continuano le indagini sullo scandalo alimentare delle uova contaminate con l'insetticida Fipronil

Uova contaminate, migliaia sequestrate ad Ancona e Viterbo

Si aggiungono a quelli già comunicati dal Ministero della Salute

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

L'intera famiglia è stata salvata dalle macerie. "Un vero e proprio miracolo", commenta la direttrice sanitaria dell'Asl Napoli 2