Giovedì 16 Giugno 2016 - 18:00

Gb, morta la deputata Labour aggredita al grido 'Britain first'

Jo Cox è stata accoltellata e colpita con un'arma da fuoco, arrestato un uomo di 52 anni

Gb, aggredita deputata labour al grido 'Britain first': stop a campagna Brexit

La deputata britannica laburista Jo Cox è morta dopo essere stata aggredita a colpi d'arma da fuoco e accoltellata a Birstall, vicino Leeds, nel nord dell'Inghilterra, nella sua circoscrizione. Un testimone, Hichem Ben Abdallah, ha raccontato a Press Association che la donna è stata lasciata dall'assalitore in una pozza di sangue.  "Crediamo si sia trattato di un incidente isolato, effettuato da un lupo solitario", ha detto il capo della polizia del West Yorkshire, Dee Collins, annunciando la morte della deputata laburista. Per l'omicidio è stato fermato un uomo, identificato come Tommy Mair, 52 anni, che ora è indagato ed è forse affetto da problemi mentali

CONTRO BREXIT. Madre di due figli, 41 anni, Cox era stata eletta per il seggio della costituzione di 'Batley and Spen' nelle ultime elezioni generali del 2015 ed era una sostenitrice della permanenza nell'Ue in vista del referendum sulla Brexit del 23 giugno. L'aggressione, che secondo un altro testimone è avvenuta al grido di 'Britain first', si è verificata nei pressi della biblioteca della città e la polizia della contea di West Yorkshire. In alcune foto che circolano sui social network si vede l'uomo arrestato con una maglietta grigia bloccato a terra dalla polizia, con una borsa vicina ben visibile. A seguito dell'attacco, per oggi è stata sospesa la campagna elettorale di entrambe le parti, cioè sia a favore della Brexit che a favore della permanenza in Ue.

 

 

HA SPARATO DOPO COLLUTTAZIONE. L'intero incidente sarebbe durato fra 15 e 20 minuti. L'aggressore "le dava calci anche mentre era distesa a terra", ha raccontato a PA il testimone Hichem Ben Abdallah, aggiungendo che l'uomo ha estratto la pistola e ha sparato due colpi contro la deputata dopo l'intervento di un passante a favore della vittima. Ben Abdallah, 56 anni, si trovava nel bar accanto alla biblioteca quando ha sentito urlare ed è uscito fuori. "C'era un tipo che si comportava in modo molto coraggioso e un altro tipo con un cappellino da baseball bianco che lui stava provando a mettere sotto controllo; l'uomo con il cappellino da baseball all'improvviso ha estratto una pistola dalla borsa", ha raccontato a Press Association, aggiungendo che il passante che provava a frapporsi ha continuato a farlo anche dopo avere visto la pistola. Secondo Abdallah, la persona intervenuta a difesa della vittima, è un "uomo molto coraggioso della lavanderia a secco, che ha provato a fermare l'aggressore ma non ha potuto perché all'improvviso lui ha estratto la pistola".

"Stava litigando e lottando con lei e la pistola ha sparato due colpi; lei è caduta fra due auto e io sono arrivato e l'ho vista sanguinare a terra", ha proseguito il testimone. "Era un bersaglio facile per lui quando le ha sparato", ha detto ancora Abdallah. Il proprietario del bar riferisce che dopo 15 minuti sono arrivati i servizi di emergenza e l'hanno soccorsa con una flebo.

 

Loading the player...

IL GRIDO 'BRITAIN FIRST'. Secondo un altro testimone, l'aggressore avrebbe gridato "Britain first", cioè "Il Regno Unito prima di tutto". A dirlo è Aamir Tahir del lavasecco Dry Clean Centre, riferendo quanto gli ha raccontato la signora con la quale lavora. Lei "ha sentito due forti colpi ma io non ero lì, ero bloccato nel traffico. Mi augurerei di essere stato lì perché avrei provato a fermarlo", ha detto. L'intera strada, racconta, pensa che sia stato lui ad affrontare l'assalitore, ma spiega che non è così: "Pare che il tipo che l'ha fatto abbia gridato 'Britain first' e se fossi stato lì l'avrei affrontato". Il movimento Britain First, partitino nazionalista di estrema destra formato nel 2011 da ex membri del British National Party (Bnp), ha preso le distanze dall'attacco. 

SPARI E ACCOLTELLAMENTO. Ben Abdallah racconta inoltre di avere saputo da un altro passante che la deputata è stata anche accoltellata. Ed effettivamente un altro testimone oculare, Clarke Rothwell che gestisce un bar vicino, ha detto alla Bbc che ritiene che la deputata sia stata raggiunta da spari e accoltellata diverse volte. Lui parla però di tre spari e non di due: "È stata raggiunta da tre spari, una prima volta quando è caduta al suolo e poi altre due volte. La terza volta lui si è avvicinato per spararle in direzione della testa". "Nel frattempo - aggiunge - la accoltellava anche, con il suo coltello". Alla domanda se ritenga che Cox possa essere intervenuta in una lite, Rothwell ha detto di ritenere che la lite è stata "sempre fra il tipo che aveva la pistola e la donna che è stata raggiunta dagli spari".

LEGGI LA SCHEDA Chi era Joe Fox: in Parlamento da un anno si era affermata come oratrice schietta

STOP A CAMPAGNA ELETTORALE. Per oggi sono state sospese sia la campagna elettorale a favore della Brexit che quella a favore della permanenza in Ue in vista del referendum del 23 giugno. Messaggi di solidarietà e preoccupazione sono arrivati da tutto il mondo politico. Il leader dei laburisti britannici, Jeremy Corbyn, si è detto "completamente scioccato dalla notizia dell'attacco a Jo Cox". "I pensieri di tutto il Partito laburista sono con lei e con la famiglia in questo momento", ha affermato prima della notizia del decesso. Il premier David Cameron ha, infine, dichiarato: "La morte di Jo Fox è una tragedia. Era una deputata seria e impegnata. I miei pensieri vanno al marito Brendan e ai suoi bambini piccoli"

IL MARITO: VOLEVA MONDO MIGLIORE.  "Oggi è l'inizio di un nuovo capitolo nella nostra vita, più difficile, più doloroso, meno gioioso, meno pieno di amore". Sono le parole di Brendan Cox, marito della deputata laburista. "Jo - ha aggiunto - credeva in un mondo migliore e ha combattuto in tutti i giorni della sua vita con energia e amore".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

New York, esplosione a fermata degli autobus di Manhattan

Esplosione a Nyc, un arrestato con giubbotto esplosivo. "Era collegato all'Isis"

Tra la 42esima strada e la 8th Avenue. L'attentatore rimasto ferito da un tubo-bomba. Si chiama Akayed Ullah, ha 27 anni, originario del Bangladesh

Russian President Vladimir Putin addresses officials of Rostec high-technology state corporation at the Novo-Ogaryovo state residence outside Moscow

Putin ordina il ritiro delle truppe russe dalla Siria

Il presidente ha avuto un colloquio a sorpresa con il suo omologo siriano Bashar al-Assad

Saudi Arabia's King Salman bin Abdulaziz Al Saud presides over a cabinet meeting in Riyadh

Nuova svolta in Arabia Saudita: riaprono i cinema dopo 35 anni

Dopo le donne alla guida, il re Salman decide di riaprire le sale cinematografiche vietate dagli anni '80

Ue-Israele, Mogherini riceve Netanyahu

Gerusalemme, Netanyahu: "È capitale Israele, anche Paesi Ue lo riconosceranno"

Il premier israeliano parla di fronte all'Unione Europea insieme all'alto rappresentante per gli Affari esteri Federica Mogherini