Domenica 17 Dicembre 2017 - 16:00

Gasdotto Tap, inammissibile l'emendamento per arrestare chi entra nei cantieri

Lo stop in commissione Bilancio. Il M5S: "Era l'ennesimo abuso della politica che calpesta le comunità per favorire le lobby"

Melendugno, protesta anti-Tap

Il presidente della commissione Bilancio, Francesco Boccia, ha dichiarato inammissibile l'emendamento sulla Tap depositato dal governo. Lo ha annunciato lo stesso Boccia in apertura del lavori sulla legge di bilancio. L'emendamento prevedeva l'inclusione del gasdotto nella lista di opere considerate strategiche, con successiva applicazione delle pene previste dal codice penale a chi senza autorizzazione avesse travalicato i confini del cantiere. Per questo tipo di violazioni si rischia anche l'arresto.

Soddisfatto della decisione Nicola Fratoianni, il segretario nazionale di Sinistra Italiana ed esponente di Liberi e Uguali. "In commissione Bilancio a Montecitorio il presidente Boccia ha dichiarato inammissibile l'emendamento del governo che militarizzava ancor di più e criminalizzava il Salento, per fare un favore a qualche spregiudicato imprenditore o multinazionale. Bene così. Evidentemente non tutti nel Pd hanno perso la testa in questo periodo". 

Decisamente contrario alla modifica proposta dal governo anche il M5S, che in una nota scrive: "E' inaccettabile che un'opera inutile, anzi dannosa come il gasdotto Tap venga inclusa tra quelle considerate strategiche". "No alle procedure speciali e alla militarizzazione dell'area di Melendugno. Una modifica di questo genere, evidentemente ordinamentale, non può entrare nella manovra. Inoltre - concludono i deputati pentastellati - sarebbe l'ennesimo abuso di una politica che scavalca qualunque processo democratico e calpesta le comunità locali in ossequio alle grandi lobby delle fossili".

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Crollo Genova, i vigili del fuoco proseguono ispezione area ponte

Genova, Mit e Autostrade nel mirino. Pressing per dimissioni Ferrazza

Bufera sull'architetto alla guida della commissione d'inchiesta del ministero

Genova, crollo Ponte Morandi: le case evacuate della zona rossa sotto al ponte

Genova, M5S: "Forza Italia e Pd hanno favorito i concessionari autostradali"

Per i pentastellati "sono stati proprio i governi di centrodestra e centrosinistra a costruire un sistema insano"

Genova, il giorno dopo il crollo del ponte

Genova, Governo all'opera: studia 'piano Giorgetti' e dialoga con Fi

La proposta del sottosegretario alla presidenza del Consiglio: "Non riguarderà solo autostrade e ponti ma anche le scuole. Sarà un'operazione di manutenzione senza precedenti"

Genova, crollo Ponte Morandi: Matteo Salvini sul luogo del disastro

Autostrade, l'ipotesi nazionalizzazione agita il governo e la Lega

Fa discutere anche il voto del Carroccio, nel 2008, a favore della conversione del decreto 'Salva Benetton'