Martedì 31 Gennaio 2017 - 11:15

Gardenia, in regalo con il nuovo numero lo speciale 'Orti e Giardini'

Nell'edizione di febbraio viaggio nella coltivazione ecologica e attenta alla biodiversità

Gardenia, in regalo con il nuovo numero lo speciale 'Orti e Giardini'

Gardenia, il mensile di Cairo Editore diretto da Emanuela Rosa-Clot, che da trent’anni trasforma la pratica del giardinaggio in uno stile di vita, regala con il numero di febbraio lo speciale Orti e giardini.

“In questo numero abbiamo dato spazio a tanti esempi di coltivazione più ecologica dell’orto e attenta alla biodiversità, dalla Toscana al Piemonte – afferma Emanuela Rosa-Clot – abbiamo cercato di chiarire le idee sul compostaggio domestico grazie alla consulenza di un esperto. Senza dimenticare la bellezza dell’orto-giardino, che può essere anche condominiale, come a City Life, a Milano”.

Gli orti ecologici del Piemonte dimostrano che è possibile coltivare la terra con dolcezza, nel rispetto del suolo grazie a lavorazioni minime con attrezzi insoliti. Nell’orto del climatologo Luca Mercalli, che da dieci anni è presente su Gardenia con le sue osservazioni sul cambiamento climatico, gli ortaggi crescono quasi sepolti dalle malerbe, senza concimi di sintesi, producendo nel rispetto della biodiversità.

Gli orti sono anche un innovativo strumento sociale utile ad accrescere il senso di solidarietà. È l’esempio dello spazio del Comune di Montebelluna (Tv), dove un’associazione ha dato vita a un grande orto coltivato dai cittadini. È anche scientificamente provato che il contatto con piante e fiori regala una sensazione di benessere interiore, motivo per cui in una casa di riposo di Milano è appena nato un healing garden, progettato appositamente per aiutare un processo di cura: si tratta di un orto in cassoni, accessibile anche a chi è costretto sulla sedia a rotelle.

E inoltre: la Guida all’acquisto che offre consigli e suggerimenti sul compostaggio per ottenere in quattro-sei mesi un buon terriccio; il Calendario dei lavori con tutte le operazioni da fare nell’orto, utile per evitare dimenticanze e ritardi, e un elenco delle principali scuole e associazioni dove è possibile imparare a creare e coltivare l’orto.

Negli italiani è nata una nuova sensibilità per il verde che sposa il gusto estetico alle esigenze ecologiche e al rispetto per le piante. È frutto anche del lavoro del mensile Gardenia, che da trent’anni diffonde una moderna cultura del giardino e del paesaggio. Un punto di riferimento nel mondo del verde grazie ai suoi reportage di viaggi botanici, all’attenzione all’ambiente e al paesaggio e ai ritratti dei giardini e dei loro proprietari. Gardenia, con la sua veste moderna e raffinata, si propone anche come lifestyle magazine per l’attenzione che rivolge all'abitare nel verde, in casa e all’aperto, senza tralasciare la parte grafica, molto curata nelle fotografie e nei disegni.

Nel numero di febbraio Gardenia ci porta nel giardino di Villa Mondolfo, sul lago di Como, restaurato dai suoi proprietari con impegno e dedizione, ora ricco di piante e opere d’arte moderna; in provincia di Treviso nelle serre in cui Guido De Vidi colleziona ben 3.000 orchidee; e alla riscoperta delle clivie, piante dalle infiorescenze vivaci, ritornate di moda per la loro facilità a crescere anche se trascurate.

Scritto da 
  • redazione
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Con DIPIÙ arriva la radio dell'estate

In edicola con il settimanale, completa di pile eco-friendly e di cuffiette auricolari

'Gardenia' festeggia 400 uscite con un numero da collezione

'Gardenia' festeggia 400 uscite con un numero da collezione

Edizione speciale del mensile di Cairo Editore per gli amanti di fiori, piante e giardini

Il mondo della tv piange Paolo Limiti: il conduttore aveva 77 anni

Addio a Paolo Limiti: il conduttore tv aveva 77 anni

A darne l'annuncio è stato su Twitter Nicola Carraro, produttore cinematografico e marito di Mara Venier

Grande successo per Leggo F perché…: oltre 600 mail in redazione

Grande successo per Leggo F perché: oltre 600 mail in redazione

Per tutta l'estate il settimanale continuerà a dar voce alle proprie lettrici pubblicando le lettere più interessanti