Lunedì 01 Febbraio 2016 - 10:00

Sanremo, Gabriel Garko ferito per esplosione in villa in cui vive

L'attore in ospedale in condizioni non gravi, morta la padrona di casa

Sanremo, esplosione in villa dove soggiornava Gabriel Garko

Un'esplosione ha coinvolto la villa in cui vive Gabriel Garko. L'attore, che si trova a Solaro, in provincia di Imperia, per la sua partecipazione al Festival di Sanremo, è stato portato in ospedale in condizioni non critiche e poi dimesso. Secondo i vigili del fuoco, la struttura presenta notevoli danni. In seguito all'esplosione è morta la proprietaria 77enne della lussuosa abitazione. Secondo i soccorritori potrebbe essersi trattato di una fuga di gas. L'esplosione è avvenuta intorno alle 8.30. L'attore ha avuto una prognosi di 15-20 giorni, è cosciente e ha riportato alcune escoriazioni evidenti e una leggera intossicazione. "Per ora possiamo solo dire che sta bene, per fortuna. Sulla partecipazione al Festival di Sanremo non sappiamo ancora darvi una risposta", ha riferito a LaPresse una degli agenti di Numerochiuso Agency, l'agenzia di spettacolo romana che cura l'immagine di Gabriel Garko. L'attore è co-conduttore della kermesse sanremese, in programma dal 9 al 13 febbraio, insieme a Carlo Conti, con Madalina Ghenea e Virginia Raffaele.

 

"Gabriel Garko, dopo gli accertamenti sanitari del caso, è stato dimesso dal Pronto soccorso dell'ospedale di Sanremo intorno alle ore 12. Il referto medico è di lieve trauma cranico con escoriazioni diffuse. La prognosi è di 10 giorni", è quanto diffuso in un comunicato stampa dall'Asl. Ancora non si conoscono le intenzioni dell'attore sulla partecipazione al Festival. La prognosi forse lo terrà lontano i primi giorni, ma ancora non c'è l'ufficilità.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Contestazioni alla Bicocca - gli studenti entrano in aula magna

Milano, proteste all'università Bicocca: "No alternanza scuola-lavoro"

Blitz degli studenti durante l'inaugurazione dell'anno accademico. La ministra Fedeli: "Dialogo per risolvere i problemi"

Torino, autopsia 'scagiona' il cane: addestratore morto per un malore

Il 26enne, trovato senza vita sabato scorso, non è stato sbranato dal bull terrier dell'amico. I morsi sul corpo del giovane avvenuti 'post mortem'

Manifestazione contro l'obbligo dei vaccini

Vaccini, Consulta rinvia a mercoledì decisione su ricorsi Veneto

Nel pomeriggio si è svolta l'udienza pubblica di fronte alla Corte Costituzionale

Tumori al polmone, nuova macchina per la ricerca

Diciasettenne muore di meningite in ospedale a Imola

Era ricoverato da venerdì scorso per un caso batterico. Avviata la donazione degli organi