Venerdì 25 Novembre 2016 - 07:00

Francia, terrore nel ritiro dei monaci: uccisa una donna

Caccia all'omicida nella zona vicina a Montpellier

Francia, terrore nel ritiro dei monaci: uccisa una donna

E' di una donna morta il bilancio dell'assalto in una casa di riposo per i missionari a Montferrier-sur-Lez, nel sud-ovest della Francia. A rinvenire il corpo sono stati i gendarmi francesi che hanno trovato la donna morta al primo piano della casa di riposo, come ha sottolineato BFMTV: ora le forze di polizia stanno cercando di individuare l'uomo che dopo aver fatto irruzione nel ritiro ora si è dato alla fuga.

 L'omicida non è ancora stato identificato, e rimane ancora sconosciuta la motivazione dell''attacco. Finora, non ci sono prove che suggeriscono che l'assalto sia legato al terrorismo. Secondo l'emittente locale Europa1, l'uomo, incappucciato, aveva legato e imbavagliato la guardia della casa di riposo prima colpirla con tre coltellate. Nonostante le ferite, la donna si è liberata e ha contattato la polizia.  Sono 59 monaci e 2 le suore che vivono nella pensione, messi in salvo dalla polizia.

Nel fine settimana, la polizia francese ha arrestato sette uomini, cinque dei quali sono ancora in carcere con l'accusa di aver pianificato attacchi contro  siti di alto profilo, parchi di divertimento, bar, luoghi di culto e una stazione della metropolitana nei dintorni di Parigi. 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Xi Jinping presidente senza limiti: la Cina vuole cambiare la Costituzione

Il partito vuole eliminare la clausola che prevede lo stop dopo due mandati consecutivi. Così Xi diventa più potente di Mao

Siria, attacchi aerei a Al-Ghutah

Siria, ok alla tregua. Ma le ong denunciano: "Ancora bombe su Ghouta"

Il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha approvato la risoluzione all'unanimità, ma il regime continua ad attaccare la roccaforte dei ribelli

MEXICO-FORCED-DISAPPEARANCE-ITALIANS-ARRESTS

Messico, italiani scomparsi consegnati ai criminali: arrestati quattro poliziotti

Gli agenti hanno confessato: sono accusati di "sparizione forzata di persone". I tre erano stati visti l'ultima volta il 31 gennaio