Martedì 28 Febbraio 2017 - 19:15

Francia, eurodeputati votano per togliere immunità a Le Pen

L'accusa è di "pubblicazione di immagini violente"

Francia, eurodeputati votano per togliere immunità a Marine Le Pen

Se decadesse la sua immunità, Le Pen potrebbe essere perseguita. L'accusa è di "pubblicazione di immagini violente", che in certe circostanze può portare a una condanna a tre anni di carcere e a una multa di 75mila euro. Il vice presidente del Front national, Florian Philippot, prendendo le difese di Le Pen, ha detto a Reuters che "mostrare e nominare l'orrore dell'islamismo permette di combatterlo". A Marine Le Pen è già stata tolta l'immunità nel 2013. Fu poi perseguita nel 2015 per l'accusa di "incitamento alla discriminazione in base al credo religioso", per avere paragonato i musulmani che pregano in pubblico all'occupazione nazista della Francia durante la Seconda guerra mondiale; alla fine però i procuratori raccomandarono di far cadere le accuse.

Gli eurodeputati della Commissione affari legali del Parlamento europeo hanno votato "a grande maggioranza" per togliere l'immunità alla candidata del Front national alle presidenziali francesi, Marine Le Pen, per avere twittato delle immagini di violenza dello Stato islamico. Lo riferisce a Reuters l'eurodeputata del Movimento 5 stelle Laura Ferrara, incaricata del dossier. Un funzionario del Parlamento fa sapere che 18 parlamentari hanno votato a favore della rimozione dell'immunità e tre contro. Il voto in commissione deve ancora essere confermato dalla plenaria, ma secondo quanto riferisce Ferrara non è ancora stata fissata una data. Marine Le Pen è indagata in Francia per avere pubblicato nel 2015 su Twitter tre immagini di esecuzioni dell'Isis, compresa la decapitazione del giornalista Usa James Foley; la magistratura francese ha chiesto al Parlamento europeo di pronunciarsi.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco in visita a Temuco

Cile, Papa condanna frange estremiste nativi: "No riconoscimento a prezzo vite"

Continua il viaggio di papa Francesco in Cile. Il pontefice ha celebrato la santa messa davanti alle rappresentanze delle popolazioni indigene originarie dell'Araucanìa

Catalogna: si riunisce il nuovo Parlamento

Catalogna, indipendentista Torrent eletto presidente Parlament

È stato eletto con 65 voti a favore e 56 contrari

Russiagate, da Mueller mandato comparizione per Bannon

L'ex capo stratega della Casa Bianca chiamato per testimoniare davanti a un grand jury sui possibili legami fra lo staff di Trump e la Russia durante la campagna elettorale

Papa Francesco in Cile

Cile, altre 3 chiese attaccate all'alba: 9 da scorsa settimana

Gli ultimi attacchi incendiari qualche ora dopo l'arrivo di Papa Francesco.