Lunedì 15 Agosto 2016 - 22:45

Imprenditore algerino: Divieto burkini? Pago io le multe

Francia dice no a costume da bagno islamico su alcune spiagge

Francia, divieto burkini: imprenditore algerino si offre di pagare multe

L'imprenditore franco-algerino Rachid Nekkaz si è offerto di pagare le multe inflitte dalle autorità francesi alle donne che si presentano sulle spiagge di Cannes, Villeneuve-Loubet e Sisco (in Corsica) indossando il burkini. Nekkaz - che nel 2007 tentò di candidarsi alle presidenziali francesi - nel 2010 ha creato un fondo da un milione di dollari con cui paga le multe alle donne che indossano il niqab. "Anche se personalmente sono contrario al niqab - dice a Nice Matin - credo che in una democrazia nessuno abbia il diritto di impedire a qualcuno di indossare ciò che vuole se non viene limitata la libertà degli altri o se non viene messa in pericolo la sicurezza del territorio". I sindaci delle città in cui è stato vietato il burkini, però, si sono appellati proprio a ragioni di sicurezza.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Iran, due violenti terremoti colpiscono il Paese

La terra ha tremato a nordest di Kerman e nell'area occidentale già colpita da un sisma lo scorso novembre. Non ci sono ancora notizie di danni o vittime

Austria, esplosione in impianto gas a Baumgarten.

Austria, esplosione al terminal del gas di Baumgarten: un morto e 17 feriti

Lo scoppio nella centrale di smistamento più importante del Paese a Sud di Vienna. Alta colonna di fumo. Escluso, per ora, il terrorismo

FILE PHOTO: Laurent Wauquiez, the front-runner for the leadership of French conservative party "Les Republicains" (The Republicans) attends a political rally in Saint-Priest

Francia, Wauquiez prende il posto di Sarkozy: "Ricostruirò centrodestra"

È il nuovo leader dei "Republicains" e ora dovrà ricostruire una realtà politica ancora scossa dal fatto di non essere riuscita, per la prima volta nella Quinta Repubblica, ad arrivare al ballottaggio per la presidenza