Mercoledì 09 Agosto 2017 - 12:45

Parigi, auto travolge militari: arrestato il sospettato

Fonti giudiziarie confermano che si tratta dell'autore dell'attacco

Francia, auto contro militari alla periferia di Parigi

Ancora paura in Francia, ancora un attacco deliberato ai militari dell'operazione Sentinelle. Se le autorità confermassero che si è trattato di un atto terroristico, si tratterebbe del quinto contro i 10mila soldati che lavorano a fianco di poliziotti e gendarmi alla vigilanza antiterrorismo avviata dopo gli attacchi jihadisti del 2015.

Poco dopo le 8.30, un'auto ha travolto un gruppo di soldati nel sobborgo parigino di Levallois-Perret, nell'Hauts-de-Seine, e ne ha feriti sei. Il governo ha parlato di "attacco deliberato" e la procura antiterrorismo ha aperto un'inchiesta, mentre è partita la caccia all'uomo, dopo che l'aggressore si è dato alla fuga sulla BMW nera di cui era alla guida.

Loading the player...

Cinque ore dopo l'uomo è stato intercettato su un'autostrada, ha tentato di fuggire ma è stato ferito a colpi d'arma da fuoco e arrestato. Era disarmato, hanno riferito i media francesi, e un poliziotto è rimasto ferito durante la cattura a causa di un proiettile vagante. Le condizioni del sospettato non sono note, così come la sua identità, ma i media francesi hanno parlato di un uomo nato nel 1980 di nome Hamou B., residente a Sartrouville, nell'Yvelines, noto alle autorità ma non segnalato con la 'S' che indica la radicalizzazione.

Secondo la ricostruzione, l'uomo era rimasto nell'auto parcheggiata in attesa in una zona pedonale e quando ha visto i soldati ha accelerato e schiantato il veicolo contro quello della pattuglia, che ha travolto i militari. L'abitazione del sospettato e altri luoghi sono poi stati perquisiti, secondo Le Parisien. Il ministro dell'Interno Gerard Collomb ha parlato di "atto deliberato", stessa formula usata dal sindaco locale, Patrick Balkany.

Tre soldati hanno riportato ferite lievi, altri più gravi, ma nessuno è in pericolo di vita. Hanno fatto loro visita in ospedale lo stesso Collomb e la ministra della Difesa, Florence Parly, su mandato del presidente Emmanuel Macron. Sulle loro condizioni, ha detto il ministro, ci sono "notizie rassicuranti".

L'operazione Sentinelle è stata lanciata dopo gli attentati del 2015 in Francia, dove dal novembre 2015 è in vigore lo stato di emergenza. Il primo ministro, Edouard Philippe, confermando l'arresto del sospettato oggi ha ribadito che la misura sarà presto revocata (la previsione è l'autunno): "E' uno stato transitorio. Per preparare questa uscita, abbiamo proposto un progetto di legge che mira a rafforzare la sicurezza e la lotta contro il terrorismo". L'attacco a Levallois-Perret è il 15esimo ai soldati e alla polizia negli ultimi due anni e mezzo, secondo il conteggio di Reuters, in molti casi ispirati allo Stato islamico. Questo tipo di attacchi ha causato in Francia la morte di oltre 230 persone dal gennaio 2015.

 

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

PSOE meets to analyze Catalonia's situation

Catalogna, accordo governo-Psoe per elezioni locali a gennaio

Madrid acquisirà in via temporanea le competenze della Generalitat tramite l'applicazione dell'articolo 155 della Costituzione

Demonstrators rally before the speech by Richard Spencer, an avowed white nationalist and spokesperson for the so-called alt-right movement, on the campus of the University of Florida in Gainesville

Usa, proteste 'zittiscono' discorso di suprematista bianco in Florida

Il discorso di Spencer è stato organizzato due mesi dopo le manifestazioni dei neonazisti a Charlottesville, in Virginia, dove una persona morì e decine furono ferite.

PinkNews awards dinner

Brexit, May spinge su diritti cittadini Ue. E promette: "Resterete in Gb"

In post su Fb la premier britannica rassicura i comunitari regolarmente residenti nel Regno Unito

Barcellona, manifestazione contro l'indipendenza catalana

Sabato il governo di Madrid si riunirà per sospendere l'autonomia della Catalogna

Scaduto l'ultimatum. Puigdemont non risponde con chiarezza e rilancia: "Indipendenza se verrà attivato l'articolo 155"