Venerdì 02 Dicembre 2016 - 07:15

Francia, annuncio di Hollande: Non mi ricandido a presidenziali

"Come socialista non posso accettare la dispersione della sinistra". I sondaggi preferiscono Valls

Francia, l'annuncio di Hollande: Nell'interesse del Paese non mi ricandido a presidenziali

"Ho deciso di non ricandidarmi alle elezioni presidenziali". Annuncio a sopresa del presidente francese, François Hollande, in un discorso alla nazione tenuto dall'Eliseo. "Fra cinque mesi dovrete fare una scelta per il Paese", ha spiegato  rivolgendosi ai concittadini, in riferimento alle elezioni presidenziali in programma per aprile e maggio, "come presidente della Repubblica devo dirigere lo Stato e ho la responsabilità di assicurare la sicurezza delle istituzioni fino alla fine del mandato", ma "come socialista non posso accettare la dispersione della sinistra, la sua distruzione, perché priverebbe i cittadini di ogni speranza di vincere di fronte a conservatori ed estremismo". "Sono animato solo dall'interesse superiore del Paese e l'esperienza mi ha dato l'umiltà necessaria al mio ruolo", ha continuato Hollande, "nei prossimi mesi il mio solo dovere sarà di continuare a dirigere lo Stato, mandato per il quale mi avete eletto nel 2012". "Esercizio e riti del potere non mi hanno mai fatto perdere lucidità né su me stesso né sulle situazioni e oggi sono cosciente dei rischi che farebbe correre una candidatura", ha premesso il presidente francese poco prima di dire che non si ricandiderà. Ciò nonostante, l'inquilino dell'Eliseo ha voluto rivendicare quelli che ha definito i "progressi" compiuti sotto il suo mandato presidenziale, per esempio l'introduzione delle nozze gay, il ruolo di primo piano della Francia per la firma dell'accordo sul clima, il focus sulla scuola, la lotta alla disoccupazione, la riforma del lavoro, la gestione della crisi legata al terrorismo e, a livello europeo, la lotta contro l'austerità e l'impegno per permettere alla Grecia di rimanere nell'euro.
 

SONDAGGI.  In un confronto diretto tra il primo ministro Manuel Valls e il presidente François Hollande come candidato del centrosinistra nella corsa all'Eliseo, i francesi preferiscono il primo. È quanto emerge da un sondaggio realizzato dall'istituto Odoxa e pubblicato da France Info, secondo il quale il 57% delle persone intervistate sostiene che se Valls si presentasse alle primarie di gennaio non ci sarebbe nulla di illegittimo.

Alla domanda quale sarebbe tra i due il miglior candidato della sinistra per la presidenza, il 74% dice Valls e solo il 22% sceglie Hollande. Una preferenza conclamata sia tra gli elettori di sinistra (il 63% contro il 34% che dice Hollande), sia tra i simpatizzanti socialisti (65% contro 34%), ma ancor più tra coloro che si dicono di destra (86% contro 12%) e di estrema destra (78% contro 15%).
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piange al matrimonio del papà. La matrigna: "Sei un dono"

Emily ha deciso di scrivere i voti matrimoniali anche al figlio del suo promesso sposo. Il bambino non trattiene la commozione

Recupero di migranti sulle coste libiche

Vertice a Tunisi sui migranti. Minniti: cooperare tra Europa e Africa

Riunito il gruppo di contatto sulla rotta del Mediterraneo. Il ministro degli interni invita la Libia a maggiori controlli

Charlie Gard court case

Charlie, stop a richiesta di portarlo negli Usa. I genitori: È troppo tardi

Il medico statunitense Michio Hirano ha detto di non poter più sottoporre il bambino alla terapia sperimentale

Svizzera, attacco a colpi di motosega a Schaffhausen: 5 feriti

Svizzera, attacco con motosega a Schaffausen: non è terrorismo

L'assalto in un fast food. Cinque persone ferite, due sono in gravi condizioni. Isolato il centro città