Domenica 18 Giugno 2017 - 17:15

Francia, alle 17 affluenza al 35,33%: tonfo rispetto al 2012

La Republique en Marche, il partito creato dal presidente Macron, dovrebbe avere un'ampia maggioranza

Francia, alle 17 affluenza al 35,33%: tonfo rispetto al 2012

In Francia, dove si sta votando oggi per il secondo turno delle elezioni legislative, alle 17 l'affluenza si attestava al 35,33%. Lo riferisce il ministero dell'Interno francese, ricordando che, allo stesso orario, nel 2012 l'affluenza si era attestata al 46,42% e nel 2007 al 49,58%. I seggi chiuderanno alle 20 nelle grandi città e alle 18 in tutti gli altri centri.

Al primo turno delle legislative, che si è svolto domenica 11 giugno, alle 17 l'affluenza si era attestata al 40,75%, contro il 48,31% del 2012 e il 49,28% del 2007.

Secondo i sondaggi ci sarà una bassa affluenza alle urne che potrebbe portare al record di astensione dopo che al primo turno hanno votato meno della metà dei 47.5 milioni di aventi diritto. La Republique en Marche, il partito creato dal presidente Emmanuel Macron, dovrebbe avere un'ampia maggioranza che potrebbe arrivare anche a 400 seggi, un dato che sarebbe storico.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile

Papa Francesco incontra i Popoli Amazzonia nel Coliseo in Perù

Papa dagli Indios in Perù: "Lotto con voi per salvare l'Amazzonia"

Francesco continua il suo viaggio in Sudamerica e incontra i nativi

Trump interviene via video alla marcia anti-aborto a Washington: è la prima volta

Si tratta della prima apparizione pubblica di un presidente alla manifestazione: Reagan e George W. Bush si erano collegati con il corteo ma solo per telefono

Isis, ucciso in Siria il rapper jihadista tedesco Deso Dogg

Nel 2014 la traduttrice dell'Fbi incaricata di controllarlo lo aveva raggiunto nel Paese per sposarlo