Sabato 27 Agosto 2016 - 18:00

Forte Village, la ricetta dello chef Nicola Batavia

Propone gnocchetti al cacao con guanciale e cipolla di tropea su fonduta tartufata

Forte Village, la ricetta dello chef Nicola Batavia

Lo chef Nicola Batavia vanta una biografia “internazionale”, con esperienze di altissimo livello in Inghilterra, Cina, Corea, Tailandia, Marocco e Qatar, Nicola Batavia. Classe 1966, unisce la tradizione piemontese alle suggestioni di lunghi viaggi. Il suo ristorante ‘L Birichin, a Torno, è un salotto piacevole e rilassato, che riassume la curiosità per il mondo. Battavia sarà al Forte Village, il prestigioso resort situato nel sud della Sardegna, dal 29 agosto al 1 settembre.  Così si descrive: "Sono un uomo fortunato perché sono un cuoco italiano, uno chef che crede nella cultura dell’alimentazione, nella qualità dei prodotti di ogni stagione e nella ricercatezza dei piatti".

La ricetta che propone è Gnocchetti al cacao con guanciale e cipolla di tropea su fonduta tartufata.

Ingredienti per 4 persone

Per gli gnocchi

. 500 grammi di patate

. 200 grammi di farina

. 2 uova

. 50 grammi di Parmigiano

. 20 grammi di cacao

 

Per la fonduta

. ½ litro di latte

. 400 grammi di Fontina d’alpeggio

. 50 grammi di tartufo nero

. 6 tuorli d’uovo

. 100 grammi di guanciale

. olio d’oliva

. Parmigiano

 

Lessare le patate, pelarle ancora calde e passarle nello schiacciapatate. In una terrina mescolarle agli altri ingredienti, cacao compreso, lavorando l’impasto il più velocemente possibile. Formare dei cilindri spessi un dito, tagliarli a tocchi di circa 1 centimetro e rigarli con i denti d’una forchetta.

Preparare la fonduta, avendo già messo a macerare la fontina nel latte la sera precedente. Porla al fuoco con il latte, possibilmente in una pentola di coccio, oppure a bagnomaria. Mescolare senza interruzione a fuoco basso finché il formaggio non si è sciolto, poi aggiungere i tuorli d’uovo e il tartufo, già sbollentato per cinque minuti e tritato finemente.

Per la salsa tagliare il guanciale a fettine sottili e soffriggerlo in una padella con la cipolla tritata e un filo d’olio. Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata (almeno 1 litro per ogni 100 grammi di pasta), scolarli e saltarli nella padella con il guanciale.

Cospargere di parmigiano grattugiato e servite in piatti riscaldati.

 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Selinunte, la città sepolta: "L'area archeologica più grande del mondo"

Trovata dai geologi dell'Università di Camerino con l'ausilio delle termocamere. Ha circa 5000 anni. Ora dovranno intervenire gli archeologi

L'Italia bella e "gustosa" dei borghi: una mappa gourmet

Sono 5567 i paesini da scoprire che combinano la ricchezza culturale con quella enogastronomica

Piazza Venezia piantati 2400 ciclamini raffigurante la bandiera italiana

È record per il turismo italiano: oltre 420 milioni di presenze, il 4,2% in più sul 2016

Un nuovo record storico per il Paese: solo nelle festività invernali i turisti saranno circa 16,8 milioni

Nevicata serale a Venezia

Quando partire a Natale costa di meno: le 10 città italiane consigliate da TripAdvisor

In inverno i prezzi possono scendere fino al 40% nelle città italiane: ecco i viaggi ideali da regalare a Natale