Venerdì 23 Dicembre 2016 - 10:00

Formigoni: Porterò questa croce per 18 mesi e poi sarò assolto

L'ex governatore condannato a 6 anni per il processo Maugeri

Formigoni: Porterò questa croce per 18 mesi e poi sarò assolto

"Amareggiato e sereno per una sentenza ingiusta. Sono convinto che sarò assolto in appello. Non capisco proprio come il tribunale sia potuto arrivare a questa conclusione". Queste le parole, intervistato da 'La Stampa', dell'ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni, condannato in primo grado a sei anni per il caso Maugeri. "La mia non è spavalderia. Sono sicuro della mia innocenza, come lo sono quelli che mi conoscono e mi hanno conosciuto soprattutto come amministratore. Sto ricevendo una valanga di telefonate di solidarietà, non solo di politici e del mio partito, ma soprattutto di cittadini comuni, di lombardi", racconta Formigoni, che si difende: "E' venuta meno l'accusa più grave che costituiva l'impalcatura e la sostanza dell'intero impianto accusatorio, cioè l'associazione a delinquere. Sono stati assolti Alberto Perego e tutti i dirigenti di Regione Lombardia. È stata riconosciuta la correttezza e la legittimità di tutte le delibere della giunta che erano state impugnate come presunta prova della corruzione. Ma poi condannano me come presidente della Regione. C'è una evidente contraddizione nella decisione del tribunale". "Andrò in appello e per un anno, un anno e mezzo dovrò portare questa croce sulle spalle - aggiunge l'ex governatore -, ma ho le spalle larghe e andrò avanti".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra

Ministero dell'Interno. Firma del "Patto nazionale per un Islam italiano"

Terrorismo, due marocchini e un siriano espulsi da Italia

Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi

L'Italia piange Bruno e Luca. Mattarella: "Lotta al terrore"

La politica si stringe nel dolore delle famiglie