Domenica 08 Luglio 2018 - 13:00

Football americano, 38° Italian Bowl: Seamen ancora campioni, battuti i Giants

Secondo titolo consecutivo per Milano. Bolzano gioca un'ottima parte iniziale di gara ma riesce a segnare punti solo nel primo quarto. MVP della serata Marco Di Tunisi, ricevitore e kicker dei lombardi

Tutto come previsto: i Seamen Milano, imbattuti in stagione e campioni d'Italia in carica, sconfiggono 28-14 i Giants Bolzano e si aggiudicano il XXXVIII Italian Bowl. La qualità e, soprattutto, la profondità della rosa di Milano si sono rivelate un ostacolo impossibile da superare per Bolzano che ha comunque reso più combattuto di quanto si potesse pensare l'incontro. È durata solo un tempo la partita all'attacco dei Giants: una sfuriata lunga dodici minuti che ha portato a due touchdown e all'illusione di poter scalzare dal trono i campioni. È durata solo un tempo anche la sbandata dei Seamen che, con la solita magistrale parte centrale di partita hanno ribaltato il risultato e si sono assicurati il quarto scudetto della propria storia.

Avvio di partita davvero difficile per i Seamen che si trovano in svantaggio dopo meno di un minuto. Un fumble di Xavier Mitchell, ricevitore di Milano, porta a un intercetto e al cambio di possesso palla vicino all'end zone dei lombardi che il quarterback dei Giants, Rodney Brown, sfrutta al meglio trovando Marco Bonacci per il touchdown. Milano si riporta sotto grazie a un field goal di Stefano Di Tunisi, implacabile al calcio, ma subisce un altro touchdown, realizzato da Mark Simone. Nel secondo quarto Luke Zahradka, quarterback dei Seamen, comincia ad alzare il livello del gioco e, al 9', dopo alcuni minuti di stallo, trova Danilo Bonaparte per il primo touchdown. Nuovamente vicini a segnare anche i Giants, ma i loro attacchi vengono bloccati a pochi metri dall'end zone dalla difesa avversaria che non commetterà più errori fino a fine partita.

Al rientro in campo dopo lo spettacolo dell'intervallo sono ancora i Seamen a condurre il gioco e l'inerzia della partita cambia definitivamente dopo il touchdown del sorpasso che arriva al 3': Milano conquista un possesso al limite dell'end zone avversaria, Zahradka parte palla alla mano, invece di lanciare, e segna il 17-14. Brown comincia a perdere il controllo del gioco, il quarterback avversario prende il sopravvento e i Seamen vanno vicini a segnare per la terza volta quando un touchdown di Bonaparte viene annullato per un'infrazione. Ci pensa però Di Tunisi, con un altro field goal, ad aumentare il vantaggio portando il risultato sul 21-14. Con la stella Mitchell in ombra, anche a causa di un attacco influenzale avuto in settimana, è ancora Zahradka a rendersi protagonista. Il quarterback, cresciuto progressivamente durante l'incontro, prende palla e corre nuovamente in end zone per realizzare il touchdown del 28-14. Nonostante i tentativi di Bolzano, il punteggio non cambia più e Milano si aggiudica il secondo Italian Bowl consecutivo.

Scritto da 
  • Nicola Petricca
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Asian Games, Coree unite, Palestina acclamata e videogiochi come sport

Via ai giochi con la cerimonia di apertura al Main Stadium. Allerta sicurezza: predisposto un sofisticato sistema di riconoscimento facciale e altre misure restrittive

Open Golf Championship a Carnoustie - Quarto Giorno

Golf, Molinari sesto nello Us Championship. Trionfa Koepka

Grande prestazione dell'azzurro a St Louis. Ora è sesto al mondo. Il ritorno di Tiger Woods che chiude secondo

Atletica, staffetta 4x100 donne: Italia settima. Azzurri squalificati

Pasticcio degli uomini al secondo cambio nella semifinale