Sabato 23 Aprile 2016 - 09:45

Fondi Ue, Cgia: Italia rischia di perdere 9,3 miliardi

Allarme del centro studi: le regioni del Sud sembrano le meno interessate

Bruxelles

Il nostro Paese rischia di perdere 9,3 miliardi di euro di fondi Ue. Su una dotazione complessiva di ben 46,4 miliardi riferita al programma 2007-2013, entro il 31 dicembre 2015, data entro la quale bisognava far ricorso a questi contributi, la spesa certificata si è attestata a 37,1 miliardi di euro (pari al 79,9 per cento del totale). In buona sostanza non sono ancora stati certificati 9,3 miliardi di finanziamenti europei, dei quali 6,6 in capo alle regioni e 2,7 miliardi  di competenza dello Stato centrale.

A dirlo è l'ufficio studi della Cgia di Mestre, ricordando che le regioni hanno comunque tempo fino al 31 marzo 2017 per presentare le pezze giustificative delle spese sostenute, anche se queste ultime devono essere state sostenute entro e non oltre la fine dello scorso anno.

Ad eccezione della Puglia, fino ad ora le regioni del Sud  hanno dimostrato di essere le meno 'interessate' all'utilizzo dei fondi europei. Oltre il 54 per cento delle risorse messe a disposizione delle regioni e non ancora certificate al 31 dicembre 2015 sono riconducibili alla Sicilia (1,9 miliardi di euro) e alla Campania (1,6 miliardi). In queste due realtà l'incidenza percentuale della spesa certificata sul totale delle risorse europee assegnate ammonta rispettivamente al 66,4 e al 69 per cento.
Niente a che vedere con quanto avvenuto al Nord: la Liguria, ad esempio, ha utilizzato il 94,7 per cento della dotazione complessiva, il Friuli Venezia Giulia il 94,1 per cento, la provincia di Trento il 94 per cento, le Marche il 93 per cento e il Veneto il 92,9 per cento. Sorprendente il risultato ottenuto dalla Puglia: della dotazione totale, l'incidenza percentuale della spesa certificata al 31 dicembre scorso ha toccato quota 93.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

trattore

Allarme Eurispes: "Lavoro sommerso genera 300 miliardi l'anno, aumentano gli squilibri"

La fotografia di un Paese povero, fragile e dominato dalle disuguaglianze economiche

Federchimica assemblea 2017

Confindustria: "Preoccupati, non è chiaro dove siano risorse per promesse elettorali"

E sull'Europa: "Serve sostegno agli investimenti. No a battaglie inutili su decimali di flessibilità"

Sposarsi costa 15mila euro, ma se va male c'è l'assicurazione

Dall'annullamento della cerimonia allo smarrimento delle fedi: ecco come recuperare i soldi spesi

US-ECONOMY-STOCKS-CLOSING

Stacey Cunningham è la prima donna al comando della Borsa di New York

La svolta a 226 anni dalla nascita del New York Stock Exchange