Lunedì 30 Gennaio 2012 - 16:50

Fondi editoria, Ciarrapico e altre 11 persone rinviate a giudizio

IMG

Roma, 30 gen. (LaPresse) - Avrebbero orchestrato e partecipato ad una maxitruffa al fine di ottenere indebitamente dalla presidenza del consiglio dei ministri contributi per l'editoria. Per questo dodici persone sono state rinviate a giudizio. Tra queste anche Giuseppe Ciarrapico, editore e senatore Pdl, e il figlio Tullio. Il processo è stato disposto dal gup Nicola Di Grazia ed avrà inizio 28 giugno prossimo davanti al giudice monocratico. Il giudice ha inoltre dichiarato il non doversi procedere per intervenuta prescrizione in relazione ai fatti avvenuti tra il 2002 e il 2003 (le contestazioni arrivano fino al gennaio 2010), nonché nei confronti della società Nuova Editoriale Oggi (reato prescritto) e della Editoriale Ciociaria Oggi srl (società fallita). Truffa aggravata ai danni dello Stato, favoreggiamento, violazione della disciplina della responsabilità amministrativa delle società, dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti. Questi i reati contestati, a seconda delle singole posizioni processuali, dalla Procura di Roma.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Camera dei Deputati - Legge per l'introduzione del reato di propaganda fascista

Violenza sulle donne, Boldrini striglia Parlamento: "Servono misure efficaci"

Dopo l'escalation di violenza la presidente della Camera si appella alle forze politiche

Patrizio Cinque (foto tratta dal profilo fb del Sindaco)

Rifiuti, indagato il sindaco M5S di Bagheria per abuso d'ufficio

Notificato il provvedimento di obbligo di firma

Paolo Gentiloni arriva a New York

Gentiloni: "Periodo difficile ma ripresa c'è, attenti a populismi"

"I maestri delle illusioni si riferiscono sempre al passato, un'età dell'oro che non è mai esistita"

Senato - dl su banche venete

Banche, governo prende tempo su mozioni. Soddisfazione da Mdp

Accettato il tentativo di mediazione. questo però deve essere calendarizzato martedì prossimo