Venerdì 17 Giugno 2016 - 07:30

Foggia, stop a giro di estorsioni ad autotrasportatori di pomodori

50 euro per far transitare i camion nell'azienda conserviera

Foggia, stop a giro di estorsioni ad autotrasportatori di pomodori

Nella prima mattinata la polizia di di Foggia ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di concorso in estorsione aggravata dal metodo mafioso nei confronti di sei appartenenti alla nota batteria criminale dei Sinesi-Francavilla. Le indagini hanno rivelato numerosi casi di estorsione da parte del gruppo, che fa riferimento a Roberto Sinesi, ai danni di diversi autotrasportatori.

Questi, infatti, in attesa di trasportare il pomodoro all´interno del conservificio Princes per la successiva lavorazione e trasformazione, una volta entrati all´interno del parcheggio antistante l'azienda, erano costretti a versare una tangente di  50 euro a camion al fine di prevenire danni agli autoarticolati. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roberto Izzo in aula per deporre durante il processo per la strage di Piazza Loggia

Morte Corazzin, sindaco San Vito al Tagliamento: "Verità per Rossella"

Parla Antonio Di Bisceglie, primo cittadino del Comune dove viveva la 17enne che, secondo la testimonianza del Angelo Izzo, sarebbe stata rapita e uccisa da un branco di giovani

Vigili del Fuoco controllano la facciata della Biblioteca Civica Centrale

Roma, giù dal cavalcavia dell'A24: morti suicidi due fratelli gemelli

È successo sull'autostrada Roma l'Aquila, subito dopo Tivoli. Avevano 56 anni

Valanga in Valmalenco, morti due scialpinisti

Trento, valanga travolge un gruppo di scialpinisti: recuperati 3 feriti gravi

Mentre salivano in cordata il canalone Breloni, a San Martino di Castrozza, sono stati investiti da una placca di neve staccatasi dalla parete

Ritardi partenze treni direzione nord Italia

Sciopero treni 26-27 maggio: possibili disagi per i viaggiatori

Tre le mobilitazioni: due di Cat per il rinnovo dei contratti, l'altra di Orsa dopo l'incidente ferroviario nel Torinese