Martedì 10 Ottobre 2017 - 15:15

Fmi avverte l'Italia: "Disoccupazione non scenderà sotto l'11% fino al 2018"

Alzate invece le stime sul Pil al +1,5% nel 2017 e al +1,1% nel 2018

Fmi avverte l'Italia: "Disoccupazione non scenderà sotto al 11% fino al 2018"

La disoccupazione in Italia non scenderà sotto l'11% almeno fino al 2018. Ad affermarlo è il Fmi nel suo ultimo World Economic Outlook. Secondo il rapporto il tasso calerà all'11,4% nel 2017, dall'11,7% del 2016, per poi scendere ancora al 2018 all'11%.

LE STIME SUL PIL, DEFICIT E DEBITO. Il Fondo ha alzato le stime sul Pil dell'Italia al +1,5% nel 2017 e al +1,1% nel 2018. A luglio l'istituzione internazionale con sede a Washington stimava una crescita del +1,3% quest'anno e del 1% il prossimo. Allineandosi al +1,5% indicato dal governo italiano come obiettivo per il 2017, rispetto allo scorso aprile le previsioni del Fmi sono state alzate di ben 0,7 punti percentuali.

Il deficit, secondo il Fmi, calerà al 2,2% del Pil nel 2017, rispetto al 2,4% del 2016, e poi una nuova flessione nel 2018 all'1,3%.

Per quanto riguarda il debito pubblico, si toccherà quota 133% del Pil nel 2017, dal 132,6% del 2016, per poi ricominciare a scendere al 131,4% nel 2018. Nel 2022, secondo il rapporto, il debito italiano sarà pari al 120,1%.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Risultati candidatura ema milano

Ema, polemiche dopo la sconfitta. Maroni: "C'è stata scorrettezza"

L'Agenzia del Farmaco finita ad Amsterdam per sorteggio. Il governatore lombardo: "Gentiloni e Alfano potevano farsi vedere". Tutti contro il sistema di decisione

Sede Ema, oggi il verdetto

Agenzia del farmaco, il sorteggio decide per Amsterdam

La terza votazione è finita 13 a 13. Milano sfortunata nell'estrazione. Vola via un indotto da 1,7 miliardi all'anno. Gentiloni: "Che beffa!"

Tim Jackson: "La prosperità non passa per la crescità del Pil"

Intervista all'economista inglese in Italia per presentare il suo libro. Diseguaglianza, disoccupazione e qualità del lavoro sono i temi su cui si basa la vera ripresa

Paolo Gentiloni riceve il Premier bulgaro a Palazzo Chigi

Gentiloni: "La crescita c'è. Non siamo più il fanalino di coda d'Europa"

Il premier risponde al vice commissario Ue, Katainen che aveva attaccato i nostri conti pubblici: "Dobbiamo saper cogliere l'occasione"