Giovedì 17 Novembre 2016 - 21:30

Firenze, esplode una villetta: estratti vivi due bambini e il padre

In corso le ricerche della madre. Tra le cause forse una fuga di gas

Firenze, villetta crolla in periferia

Tre persone sono state estratte vive dalle macerie di una villetta crollata alle porte di Firenze, a Bagno a Ripoli. Da quanto si apprende dalla sala operativa della Protezione civile le persone recuperate sono un adulto e due bambini, un maschio e una femmina. Sotto le macerie si trova ancora la madre. Sul posto ci sono tre squadre dei vigili del fuoco, la protezione civile e le forze dell'ordine con un'unita cinofila. L'abitazione unifamiliare si trova in via di Villamagna ed è andata completamente distrutta dall'esplosione. Il boato dello scoppio è stato udito dai vicini che hanno dato l'allarme alle 20.33.

I due bambini sono stati trasportati in codice rosso  all'ospedale Meyer con ustioni e lesioni. La bambina deve sottoporsi a un intervento chirurgico. Il padre è invece stato portato all'ospedale Careggi. In segno di solidarietà si sono recati sul luogo dell'esplosione anche il sindaco di Bagno a Ripoli e i sindaci di alcuni comuni limitrofi.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Saronno, Cazzaniga respinge l'accusa di omicidio volontario

Saronno, medico: Volvo solo alleviare il dolore dei pazienti

Cazzaniga respinge l'accusa di omicidio volontario

Paura per Stephen Hawking: ricoverato al Gemelli per controlli

Paura per Stephen Hawking: ricoverato al Gemelli per controlli

Il celebre fisico è nella capitale per la plenaria della Pontificia accademia delle scienze

Usurai sequestrano e seviziano imprenditore per 4 giorni: 5 arresti

Usurai seviziano imprenditore per 4 giorni: 5 arresti

Prelevato da ropria abitazione e condotto in uno scantinato a Nettuno

Censis, allarme calo nascite: senza stranieri il rischio è il declino

Censis, Italia non investe. Calo nascite: senza stranieri declino

Il rapporto racconta il nostro Paese, dall'indebolimento delle istituzioni al bullismo nelle scuole