Venerdì 10 Febbraio 2017 - 14:00

Fiorentina, Sousa: Non contenti dopo Roma, vincere con Udinese

Il manager portoghese potrebbe ritrovare sia Saponara che Kalinic

Fiorentina, Sousa: Non contenti dopo Roma, con Udinese per vincere

"Nessuno di noi era contento del risultato, io cerco di trasmettere una mentalità, anche nei momenti di difficoltà devi attaccare. Devi essere ambizioso per vincere la partita. Anche i campi sono stati fatti in questa direzione". Così il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa in conferenza stampa tornando sulla pesante sconfitta con la Roma. "Noi abbiamo certe caratteristiche, sappiamo che contro questo tipo di squadre abbiamo più difficoltà - ha proseguito - Ma abbiamo le capacità per poterle oltrepassare, domani credo che andremo a risolverle per vincere.

Il manager portoghese potrebbe ritrovare sia Saponara che Kalinic. "E' possibile che entrambi vengano convocati - ha evidenziato - Riccardo veniva da una lesione muscolare, si sta integrando". A proposito dei friulani Sousa ha ricordato che "all'andata abbiamo sofferto il gioco aereo in verticale, per la capacità che hanno davanti tocca a noi gestire bene la fase con e senza palla. L'Udinese è una squadra che si difende molto bene, è forte fisicamente  e sa ripartire in contropiede. Con i nostri principi e strategie cercheremo di oltrepassare il blocco difensivo dei nostro avversari".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fiorentina - Inter

Serie A, Simeone replica a Icardi: Fiorentina-Inter 1-1 nell'anticipo

I nerazzurri salgono a 42 punti, con la Roma a 39 e due gare in meno. Icardi si conferma bestia nera per la Fiorentina, decimo centro contro i viola. Meglio gli uomini di Pioli

Fiorentina vs Milan

Serie A, Calhanoglu replica a Simeone: Fiorentina-Milan 1-1

Partita equilibrata, risolta in tre minuti dal botta e risposta fra Simeone e Calhanoglu

Lazio vs Fiorentina - Coppa Italia 2017/2018

Coppa Italia, battuta la Fiorentina (1-0). Lulic porta la Lazio in semifinale

Basta un gol del capitano dopo appena 6 minuti. Gli uomini di Inzaghi hanno controllato la gara abbastanza facilmente